Menu

Augmentin e sindrome di Kounis

2460 visualizzazioni
aaaaa3151DFF200000578-3451468-Delirium_causes_mental_confusion_that_may_be_accompanied_by_hall-a-25_1455732200993 (1)

Un recente drammatico fatto di cronaca è alla base di questo ragionamento medico che è necessario estendere alle persone, non addette ai lavori, affinché comprendano e sappiano quanto è complessa la “questione salute”.

Conosco molto bene la vita dei Pronto Soccorso, l’enorme difficoltà, anche umanamente, dei medici, degli infermieri e dei “portantini” nell’adempiere il loro lavoro.

Una persona si era rivolta al Pronto Soccorso del Policlinico Umberto I di Roma lamentando dei dolori nella parte bassa dell’addome e dei testicoli; gli veniva diagnosticata una infenzione delle vie urinarie. Si somministrarono quindi, in flebo, dell’artrosilene per alleviare il dolore e, successivamente, dell’augmentin: un antibiotico.

La terapia però non ha dato il risultato atteso e, dall’esame autoptico, risultò poi che la persona “era sana”. Questa la notizia riportata dai giornali; immediatamente dopo l’augmentin, quindi, la persona che si era rivolta al Pronto Soccorso è morta per un probabile arresto cardiocircolatorio.

I farmaci sopracitati sono di uso estremamente comune, ma è necessario fare alcune considerazioni e riflessioni a livello farmacologico e clinico.

Se parliamo dell’artrosilene, in termini chimici ketoprofene, che appartiene ai farmaci antinfiammatori e antireumatici non steroidei, viene utilizzato – così come riporta il foglietto allegato al farmaco – nel “trattamento sintomatologico del dolore associato a stati infiammatori dell’apparato muscolo-scheletrico come spondilite, spondilite anchilosante, artrite reumatoide, artrite gottosa, sciatalgie, sinoviti, reumatismi extra-articolari e flogosi post-traumatica”, occorre sapere alcune cose.

Precedenti studi scientifici hanno dimostrato un aumentato rischio cardiovascolare conseguente ad una somministrazione di antinfiammatori non steroidei (FANS), e nel 2014 il giornale Reactions Weekly riporta il caso della Kounis syndrome dopo somministrazione di ketoprofene.

Infarto acuto miocardico è stato riscontrato in persone che prendevano Ketoprofene soprattutto in pazienti maschi di sessanta anni e più e pazienti che prendevano, per l’artrite reumatoide, il methotrexate. Non bisogna inoltre dimenticare che altre sostanze antinfiammatorie, come l’ibuprofene (1), possono provocare la sindrome di Kounis.

La stessa sindrome è stata però segnalata in chi aveva preso il Celecoxib – farmaco antinfiammatorio (2) – ma anche in chi aveva fatto uso di Diclofenac (3); ad accreditare queste tesi vi sono numerosi studi tra cui quello dell’Università di Malta(4).

La Sindrome di Kounis è attualmente una sindrome conosciuta come sindrome acuta coronarica o spasmo coronarico, infarto acuto miocardico e Stent trombotico causato da allergia o ipersensibilità, una reazione anafilattica a vari allergeni e condizioni.

Molte cause della Sidrome di Kounis sono dovute a farmaci quali antibiotici, analgesici, antinfiammatori non steroidei, corticosteroidi, anticoagulanti, omeoprazolo ed altri, diverse malattie come asma brochiale, orticaria ma anche ad allergie ai cibi e inquinanti ambientali. Questa sindrome è attualmente molto sottostimata, ma è in netto aumento; come già detto è caratterizzata da un particolare spasmo coronarico su base allergica che, come conseguenza, porta ad una ischemia del miocardio di natura vasospastica.

In altre parole, un infarto ha come causa, in diversi casi clinici, l’assunzione per via orale di Amoxicillina/Acido Clavulanico – in pratica l’Augmentin – farmaco ben conosciuto tra i malati di sindrome di Kounis, ai quali viene raccomandato di non prendere antibiotici beta-lattamici. Tali casi di pazienti con sindrome di Kounis sono ben conosciuti all’Azienda USL4 di Prato (5).

Vi è poi la possibilità che questa sindrome possa insorgere in persone asmatiche e, nell’Ospedale Gregorio Maranon di Madrid, hanno descritto il primo caso di pazienti, affetti da Sindrome di Kounis, con un grave shock anafilattico dovuto all’assunzione per via orale di amoxicillina. (6)

Occorre fare presente che nessuno dei numerosissimi pazienti degli studi effettuati avevano dichiarato di essere allergici, o di aver avuto situazioni simili. Nel 2008, medici turchi hanno descritto una sindrome di Kounis secondaria a un trattamento con amoxicillina e acido clavulanico, tanto per intenderci questo prodotto farmaceutico è chiamato augmentin (7); vi sono inoltre importanti casi segnalati da medici italiani, e supportati da lavori clinici, che riportano casi di infarto miocardico acuto.(8)

Un altro studio (9) descrive una sindrome di Kounis secondaria all’utilizzo di amoxicillina/acido clavulanico in un bambino di 13 anni, ricoverato in ospedale dopo l’ingestione per via orale, solamente dopo 30 minuti della dose del farmaco di 500 mg.

Questi sono soltanto degli esempi, va ripetuto che questa sindrome non è affatto rara che sono già state descritte due varianti e, spesso, viene confusa con situazioni allergiche.

Mi soffermo sulla questione dei cibi che inducono la sindrome di Kounis (10), i più recenti studi indicano che possono indurre questa sindrome alimenti come il pesce, i molluschi, alcuni frutti e vegetali, i cibi inscatolati. La sindrome scombroide anche chiamata avvelenamento da istamina del pesce è una patologia molto simile all’allergia che colpisce coloro che hanno mangiato pesce alterato, a esempio, da un cattivo immagazzinamento, o lavorazione. Anche mangiare Kiwi (Actinidia chinensis) può portare a una sindrome di Kounis. E non ho parlato ancora delle cause ambientali e di altri farmaci.

Prof. Roberto Suozzi

Medico chirurgo, Farmacologo Clinico, Medicina dello Sport

suozziroberto.altervista.org

(1) Kounis syndrome secondary to ibuprofen use.*” Kumar A, Berko NS, Gothwal R, Tamarin F, Jesmajian SS. Int J Cardiol. 2009 Nov 12;137(3):e79-80. doi: 10.1016/j.ijcard.2009.04.049. Epub 2009 May 30

(2) J Emerg Med.** 2015 Aug;49(2):e39-43. doi: 10.1016/j.jemermed.2015.02.044. Epub 2015 May 16.Myocardial Infarction in the Setting of Anaphylaxis to Celecoxib: A Case of Kounis Syndrome.1Department of Emergency Medicine, Maine Medical Center, Portland, Maine.

(3) Journal of Cardiology Cases,July 2013 Kounis syndrome triggered by diclofenac sodium injection which leads to myocardial infarction and cardiac arrest

(4) Kounis syndrome – University of Malta di ZM Gluvic – ‎2007 – Acute coronary syndrome in diclofenac sodium-induced type I hypersensitivity reaction: Kounis syndrome. Zoran M. Gluvic* MD, MS. Department

(5) Case Series – UO Emergenza e Accettazione – Azienda USL4 – Prato

Cecchi Enrica, Lombardi Niccolò, Baldini Alessio, Rimoli Francesco, Vannacci Alfredo Sospetta Sindrome di Kounis in pazienti trattati con amoxicillina o amoxicillina/acido clavulanico

(6) Hospital General Universitario Gregorio Marañón, Madrid, Spain (febbraio 2010)

(7) Gazi University Medical School, Department of Cardiology, Ankara, Turkey

(8) Published Online: March 15, 2007Accepted: November 18, 2006; Received: October 3, 2006

(9) Acute myocardial infarction and Kounis syndrome. Aprile 2008 International Journal of Cardiology.

(10) Kounis Syndrome secondary to amoxicillin/clavulanic acid use in a child. International Journal Cardiology. 2009 Clinical Chemistry and Laboratory Medicine (marzo 2016) Kounis syndrome : an update on epidemiology, pathogenesis, diagnosis and therapeutic management

- © Riproduzione possibile DIETRO ESPLICITO CONSENSO della REDAZIONE di CONTROPIANO

Ultima modifica: stampa
Argomenti:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *