Menu

A Roma si riunisce la FSM. A confronto sindacalisti da tutto il mondo

600 visualizzazioni

Sessantacinque dirigenti sindacali, provenienti da tutti i continenti, parteciperanno a Roma, dal 14 al 15 febbraio, alla riunione annuale del W.F.T.U. Presidential Council, ospiti dell’ Unione Sindacale di Base che dal 2011 è membro effettivo del sindacato mondiale.

I lavori si terranno presso l’Hotel Caravel, in via Cristoforo Colombo 124, con apertura alle 14.00 di venerdì 14 e chiusura alle 13.00 di sabato 15 febbraio.

In rappresentanza di 86 milioni di iscritti, i delegati discuteranno dei risultati ottenuti dal precedente Presidential Council, tenutosi a Lima nel 2013, e decideranno le linee di indirizzo dell’attività per il 2014.

La proposta di lavoro è centrata soprattutto sulla grande questione dell’occupazione che, pur con le dovute differenze, oggi interessa tutti paesi del mondo come prodotto della crisi strutturale del capitalismo. Nell’agenda del Presidential Council, gli strumenti per rafforzare ed espandere la presenza della Federazione Sindacale Mondiale e la rottura dell’ “embargo istituzionale” a cui è sottoposta la FSM, anche grazie alla complicità della Confederazione Internazionale dei Sindacati (ITUC – CSI) a cui per l’Italia aderiscono Cgil, Cisl e Uil.
 
A presiedere la riunione annuale saranno il Presidente della FSM, il siriano Shabban AZZOUZ; il Segretario Generale, il greco George MAVRIKOS, e il coordinatore nazionale dell’USB Pierpaolo LEONARDI.

Saranno presenti dirigenti sindacali provenienti da:

Siria, Grecia, India, Perù, Portogallo, Sudan, Australia, Bielorussia, Brasile, Colombia, Cipro, Iran, Paesi Baschi, Tunisia, Filippine, Rd Corea, Francia, Libano, Sudafrica, Bangladesh, Bulgaria, Cile, Congo,  Italia, Guatemala, Gabon, Guyana, Nepal, Nigeria, Panama, Spagna, Venezuela, Vietnam,  Cuba, Cina, Palestina, Gran Bretagna.

- © Riproduzione possibile DIETRO ESPLICITO CONSENSO della REDAZIONE di CONTROPIANO

Ultima modifica: stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *