Menu

Bologna. 20/23 settembre. Riprendiamoci le periferie! Una grande festa di Potere al Popolo!

20/21/22/23 settembre, via Teresa Noce, Quarto Inferiore (BO)

Settembre 2018: Pronti a ripartire, forti e decisi. 
Sono stati mesi intensissimi quelli trascorsi dal lancio della prima assemblea nazionale, mesi che sono stati di battaglia, analisi, discussione, scontro, incontro, sintesi e nodi ancora da sciogliere. Il lavoro che abbiamo da fare, ce lo siamo detti molte volte, non è che all’inizio. 

Questi mesi ci hanno fatto capire bene quello che oggi è per tanti un assunto: ritornare a dare centralità al popolo vuol dire sapergli dare voce politica, curandone le ferite e togliendo di torno ogni paura. 
Dare centralità al popolo vuol dire solidarietà reale, conflitto concreto, proposta affettiva. 
Vuol dire non essere ambigui laddove si pretende chiarezza. 
Vuol dire saper dare un’alternativa.

In questi anni di massacro sociale e distruzione di ogni qualsivoglia diritto, dobbiamo rilevare come la crisi – e la sua gestione a colpi d’austerity – abbia operato in modo assai diverso tra Nord e Sud. Se infatti assistiamo ad un prepotente ritorno della questione meridionale (disoccupazione di massa, desertificazione industriale e crisi dei servizi essenziali), gran parte del Nord sembra aver trovato la giusta combinazione per agganciare la ripresa economica generale e per posizionarsi dal punto di vista produttivo con il nord politico dell’UE. Ma cosa vuol dire Nord? Alcune industrie o le persone?

Sappiamo che c’è una bella differenza tra la chiusura totale dei rubinetti come si sta verificando al Sud e lo stillicidio lasciato aperto al Nord, dove per altro reggono ancora i bilanci famigliari e l’industria con forte vocazione all’export in questi anni ha continuato a crescere. Se quindi al Sud ormai di lavoro non ce n’è per nulla, al Nord si vive una condizione da far west di perpetua competizione tra singoli nella speranza di accaparrarsi l’unico posto di lavoro sfruttato e sottopagato. Sono condizioni di sfruttamento differenti. 

Questo per noi significa che Potere al Popolo deve essere in grado di sviluppare una visione complessiva, che sappia tenere insieme questa complessità e modulare il suo intervento a seconda delle peculiarità territoriali.
A contesto sociale ed economico differente, pratiche differenti. Ma con la stessa testa. 

Per incontrarci, conoscerci, lavorare a stretto contatto, discutere e mangiare e bere insieme abbiamo quindi pensato a un festival di 4 giorni che sappia mettere al centro l’analisi e il confronto sulla condizione di questa parte del nostro paese. Una festa di discussione e di musica, ma anche di bancarelle e stand da ogni parte del mondo. ◄

✱✱✱✱✱✱✱✱✱✱✱✱✱✱✱✱✱✱✱✱✱✱✱✱✱✱✱✱✱✱✱

– PROGRAMMA IN CONTINUO AGGIORNAMENTO –
…altri momenti di approfondimento e di socialità sono in arrivo!

Giovedi 20 settembre

h 20:30 / ❝Resistenza e lotte nei territori Diamo vita a un dibattito sulle prospettive e sugli indirizzi di chi si organizza a partire dal basso, lotte che entrano nel merito della grande contraddizione Capitale/Natura.❞

Ne parliamo con: Movimento NO TAPRigenerazione NO SpeculazioneNicoletta Dosio del NO TAV, Rete Aria Pesa.

h 22:00 / Dj-set / Downbeat Bologna (from Bologna)

Venerdi 21 settembre

h 20:30 / ❝Riprendiamoci le periferie! Incontri con diverse sperimentazioni di lotta da varie parti d’Italia, che discutono delle trasformazioni in atto nei contesti di “città-metropoli”, cui la Provincia di Bologna si sta uniformando: cosa vuol dire mutualismo e solidarietà al nord Italia?❞ 

Ne parliamo con: compagni dell’Ex OPG Occupato – Je so’ pazzo di Napoli, compagni della Carovana delle Periferie di Roma, Federazione del Sociale USBBrigate di Solidarietà Attiva – Terremoto Centro Italia

h 22:00 / CONCERTONE E AFFINI IN AGGIORNAMENTO!

Sabato 22 settembre 

h 18:00 / ❝UE e periferia: la gabbia e le lotte Promuoviamo un dibattito sulla contraddizione principale che investe le nostre vite, che PAP ha già definito la “gabbia” con cui scontrarsi, ma come?❞

Ne parliamo con: Giorgio CremaschiFrancesca FornarioMaurizio AcerboViola Carofalo.

h 21:00 / Concerto / One Dimensional Man Official (POWER-ROCK trio di PierPaolo Capovilla, Carlo Veneziano e Franz Valente)

h 23:00 / Dj-set NazionaliSenzaFiltro e Balkan Beat-i (from Modena) 

Domenica 23 settembre

h 15:30 / ASSEMBLEA di Potere al Popolo e i suoi territori! 

Vogliamo promuovere un momento di confronto tra varie realtà della regione e di tutto il nord Italia, per capire cosa vuol dire costruire il potere popolare qui da noi, nelle nostre condizioni sociali e politiche, come si può declinare il mutualismo, quali sono i canali comunicativi più consoni alla “chiusa” società padana.

Sono invitati i compagni e le compagne delle assemblee dell’Emilia Romagna e di tutto il Nord. 

h 22:00 / CONCERTONE E AFFINI IN AGGIORNAMENTO!

✱✱✱✱✱✱✱✱✱✱✱✱✱✱✱✱✱✱✱✱✱✱✱✱✱✱✱✱✱✱✱

Questo festival, come ogni cosa che abbiamo messo in piedi in questi mesi, è una sfida. Sta a tutti noi renderlo possibile e ricco. 

Chiunque voglia dare una mano, rendendosi disponibile in qualsiasi modo, può scrivere alla posta privata della pagina fb Potere al Popolo Bologna e provincia

- © Riproduzione possibile DIETRO ESPLICITO CONSENSO della REDAZIONE di CONTROPIANO

Ultima modifica: stampa
Argomenti: