Menu

Libertà per i prigionieri politici! No al fascismo di Rajoy e della Ue!

645 visualizzazioni

L’arresto dei ministri, il mandato di cattura per Puigdemont e per le figure più importanti del governo democratico della Catalogna è un atto di autentico fascismo. Questo atto segna uno spartiacque morale e civile oltre che politico: comunque la si pensi sull’indipendenza della Catalogna, o si condanna e combatte il fascismo del governo spagnolo, o se ne è sostenitori e complici.

È necessario ricordare che tutti gli atti delle autorità democratiche della Catalogna sono avvenuti sul piano esclusivamente politico. Non ci sono state azioni materiali di alcun tipo per realizzare l’indipendenza, ma solo dichiarazioni, sostenute da un referendum popolare.

La sola violenza messa in campo é stata quella della Guardia Civil e dei suoi mandanti. Da parte Catalana si è sempre chiesto il dialogo, rifiutato brutalmente da Rajoy, dai liberisti europeisti di Ciudadanos, dai complici socialisti del PSOE.

Dialogo rifiutato dallo squallido re borbone, che deve il suo trono a Francisco Franco. L’ultimo tiranno fascista europeo, che purtroppo è morto nel suo letto dopo una vita dedicata a stragi e assassini, ultimo quello di cinque patrioti baschi uccisi nel 1975.

Le autorità spagnole hanno rifiutato qualsiasi confronto politico ed hanno usato la legge per reprimere la libertà del popolo catalano e di tutta la Spagna. Sono golpisti, che vogliono usare la violenza contro la Catalogna per costruire un consenso reazionario di massa ai loro governi corrotti e alle loro politiche di feroce austerità. Austerità di cui i governi spagnoli sono stati i primi della classe nella UE, che anche per questo ora li sostiene.

Così nella UE delle banche e della finanza ricompaiono i prigionieri politici. E persino i re tornano a comandare. Che elezioni prepara Rajoy, con il governo democratico in galera o in esilio, con la Guardia Civil che occupa la Catalogna e protegge i fascisti che scorrazzano e aggrediscono. La democrazia viene uccisa con il consenso della sempre più infame Unione Europea. Vergogna. Verguenza! Libertà per i prigionieri politici e per il popolo catalano, no al fascismo.

PS: son curioso di vedere cosa succederà con il mandato di cattura europeo emesso dalla magistratura spagnola. I due manager colpevoli della strage Thyssen di Torino lo hanno ricevuto da tempo e vivono tranquilli e protetti a casa loro, in Germania.

- © Riproduzione possibile DIETRO ESPLICITO CONSENSO della REDAZIONE di CONTROPIANO

Ultima modifica: stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *