Menu

Afghanistan. L’agosto più duro per gli americani

281 visualizzazioni

Con un bilancio di 66 morti, il mese di agosto è stato il più cruento per l’esercito americano in Afghanistan dal 2001. Lo ha reso noto il Pentagono. A far impennare il numero dei caduti è stata la morte di 30 soldati, inclusa una unità di elite dei Navy Seals, che si trovavano a bordo di un elicottero abbattuto dai talebani. Gli ordigni di fabbricazione artigianale (Ied) restano la causa principale delle perdite. In precedenza, il mese più tragico per i soldati Usa era stato il luglio 2010, con 65 militari uccisi, sempre secondo il Pentagoni, Secondo il sito specializzato icasualties, nel 2011 sono morti finora 418 soldati stranieri, di cui 306 americani. Dall’inizio del conflitto, secondo il sito, sono 1.752 i militari americani caduti.

- © Riproduzione possibile DIETRO ESPLICITO CONSENSO della REDAZIONE di CONTROPIANO

Ultima modifica: stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *