Menu

Palestina: Cariche e scontri ai funerali del ragazzo palestinese rapito e ucciso

43 visualizzazioni
981128bc83c91a20dcf34e8c9388e525

Gerusalemme. Un corteo funebre con migliaia di persone ha accompagnato la salma del 17enne palestinese trovato morto ieri mattina alla periferia della città, dopo essere stato caricato a forza il giorno prima in un’automobile mentre andava in moschea.

Mohammad Abu Khdair potrebbe essere stato la vittima di una vendetta di coloni per l’uccisione dei tre ragazzi israeliani scomparsi lo scorso 12 giugno. Le indagini sono in corso.Oggi Gerusalemme è una città blindata, con un massiccio dispiegamento di militari sia a Est sia a Ovest: cannoni ad acqua, uomini a cavallo e autobus pieni di soldati pronti a intervenire. Ieri è stata una giornata di scontri nel quartiere Shuafat, dove viveva il giovane, e dove oggi si sono tenute le esequie. I palestinesi hanno lanciato pietre contro i militari israeliani che hanno risposto con granate stordenti e proiettili di gomma. Ma anche oggi durante il funerale di Moahmmad ci sono stati scontri con dure cariche di polizia e militari israeliani contro i palestinesi che partecipavano alla cerimonia funebre. (fonte: Nena News)

- © Riproduzione possibile DIETRO ESPLICITO CONSENSO della REDAZIONE di CONTROPIANO

Ultima modifica: stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *