Menu

Italia. Sciopero del Pubblico Impiego il 15 luglio

189 visualizzazioni

Il Coordinamento Nazionale Usb Pubblico impiego si è riunito a Roma nei giorni 27 e 28 giugno per valutare le recenti notizie e anticipazioni riportate dai media sulla manovra che il governo si appresta a varare giovedì 30 giugno.

La manovra colpisce in maniera devastante i lavoratori pubblici e il pubblico impiego in generale attraverso un nuovo e quindi pesantissimo blocco dei rinnovi contrattuali nazionali e integratvi, che peraltro protrae quello già operato dal 2010 fino al 2017, considerando che per il triennio 2015/2017 è prevista la sola indennità di mancato rinnovo già utilizzata per il 2010; con il blocco totale delle assunzioni ed il completo e definitivo licenziamento di tuttii lavoratori precari della pubblica amministrazione; si prevede inoltre la soppressione e/o la privatizzazione di enti pubblici come la croce rossa il cui personale a tempo indeterminato sarà posto in cassa integrazione e i precari licenziati a fine anno; e ancora la cancellazione, per legge, delle sentenze passate in giudicato  favorevoli ai lavorati pubblici e riguardanti passaggi di livello, trasformazione a tempo indeterminato di rapporti di lavoro precario.

Al termine della discussione, il Coordinamento Nazionale Usb Pubblico Impiego ha deciso la proclamazione di un primo sciopero generale dell’intera categoria e della Scuola delle ultime 2 ore di ciascun turno per il prossimo 15 luglio.

- © Riproduzione possibile DIETRO ESPLICITO CONSENSO della REDAZIONE di CONTROPIANO

Ultima modifica: stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *