Menu

Sardegna. Arrampicati a 50 metri di altezza per il lavoro

228 visualizzazioni

Tre lavoratori della Sardinia Green Island – azienda del settore energie rinnovabili – sono arrampicati da due giorni su un silos a 50 metri di altezza..Hanno dichiarato che non scenderanno fino a quando non arrivera’ una soluzione alla loro vertenza. Sono novanta i lavoratori dell’azienda di Macchiareddu (Cagliari), da ben quattro anni in cassa integrazione e che ora rischiano il licenziamento. La decisione di occupare per la terza volta lo stabilimento è arrivata durante l’assemblea, tenutasi dopo l’ennesimo incontro nella sede della Regione Sardegna che è stato disertato dai rappresentanti della Giunta e dallo stesso presidente (era presente solo l’assessore dell’Industria, Alessandra Zedda). Da quattro anni in cassa integrazione, per i lavoratori dell’azienda rilevata nel gennaio del 2010 dall’imprenditore e presidente della Confindustria Sardegna Alberto Scanu, temono di vedersi arrivare da un giorno all’altro le lettere di licenziamento. L’azienda ha infatti deciso di ricorrere al Tar contro il mancato rispetto degli accordi i presi con la Regione a giugno e che riguardano l’autorizzazione alla realizzazione di un impianto da 250 milioni di euro a Vallermosa e che garantisce il mantenimento dei livelli occupazionali. ”Vediamo come la politica alla vigilia dalle elezioni riesce a risolvere il nostro dramma”, sottolineano i rappresentanti della Rsu, Giampiero Manca, Marco Nappi e Tore Sini. ”Abbiamo gia’ occupato lo stabilimento per 55 giorni – ha aggiunto Manca – e siamo disposti a lottare a oltranza per difendere il nostro posto di lavoro”.

- © Riproduzione possibile DIETRO ESPLICITO CONSENSO della REDAZIONE di CONTROPIANO

Ultima modifica: stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *