Menu

Firenze. Parte una inchiesta popolare sui tagli alla sanità

140 visualizzazioni

Partirà dal quartiere Gavinana di Firenze una inchiesta sulla sanita’ e le conseguenze dei tagli ai servizi.

L’indagine è promossa dal Comitato 21 marzo, attivo da mesi nel territorio,  e servirà per conoscere i reali disagi che gli abitanti vivono ogni volta che devono rivolgersi al sistema sanitario. Il comitato promuove un’ inchiesta sulla sanita’ nei quartieri di Firenze per difendere il diritto a servizi pubblici accessibili e di qualita’ l’iniziativa è partita sabato mattina in piazza Artusi, mercatino rionale del quartiere Gavinana, con la richiesta di compilazione ai cittadini del modulo inchiesta elaborato dal comitato stesso.

L’attenzione di coloro che si trovavano al mercato e’ stata tale, che in breve tempo, nonostante le difficoltà oggettive, il questionario e’ stato compilato da decine di cittadini. Nel pomeriggio poi, rappresentanti del comitato sono intervenuti all’iniziativa promossa da Sel “immagina Firenze”, tenutasi al circolo vie nuove sulle problematiche della città con riferimento alla questione socio-sanitaria. i nostri rappresentanti hanno evidenziato alla platea il problema dello smantellamento della sanità pubblica nel quartiere dovuto alla chiusura dei presidi sanitari da parte della Asl, con la compiacenza dell’amministrazione comunale, a beneficio dei privati con le esternalizzazioni. vedi le convenzioni stipulate dalla regione toscana e associazioni di volontariato.

Smantellamento che a macchia d’olio sta interessando tutta la città. il comitato 21 marzo ha invitato i presenti alla compilazione del modulo e ad appoggiare l’iniziativa, che proseguira’ nelle prossime settimane in tutti i quartieri di Firenze affinche’ i dati raccolti diventino un mezzo per continuare la lotta per avere strutture sanitarie pubbliche in ogni quartiere.

Per dare una reale consapevolezza di quanto sia difficile accedere alle cure mediche gratuite per gli abitanti di questa citta’, non possiamo smettere di fare tutto quello che e’ in nostro potere per fermare un progetto di tagli e privatizzazioni che vorrebbe venderci la salute a peso d’oro.

Invitiamo tutti a sostenere e a partecipare alle prossime iniziative del Comitato 21 marzo. Pretendiamo i presidi sanitari.” La salute e’un diritto, non una merce. La “battaglia di Gavinana” continua” ribadiscono quelli del Comitato 21 marzo.


- © Riproduzione possibile DIETRO ESPLICITO CONSENSO della REDAZIONE di CONTROPIANO

Ultima modifica: stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *