Menu

Prosegue l’Inchiesta sulla sanità fiorentina

381 visualizzazioni

Presso l’Ospedale di Ponte a Niccheri il Comitato 21 marzo ha allestito un tavolino per la compilazione e restituzione del questionario. Come da precedenti comunicati, il punto prelievi dell’Ospedale presto sarà chiuso mettendo in grosse difficoltà tutta quella parte di popolazione della zona situata a Sud-Est di Firenze.

Si rammenta che il punto prelievi di Ponte a Niccheri, benchè si trovi nel comune di Bagno a Ripoli, serve una vasta utenza che va dai quartieri Q3 e Q2 di Firenze alle zone del Chianti e della Valdisieve oltre che agli abitanti del comune stesso. La ASL 10 con il consenso del sindaco uscente del comune Bartolini, adducendo la scusa di effettuare lavori interni, hanno deciso la chiusura. Per i prelievi sono state fatte “convenzioni” cioè esternalizzazioni, con la Fratellanza Popolare di Grassina, Misericordia di Antella e poi, con la Croce Rossa di Bagno a Ripoli. Quindi sperpero di denaro pubblico, che è nostro denaro! E meno posti di lavoro!

Saranno queste o no le ragioni, il fatto è che questa mattina sono stati in tanti ad avvicinarsi al tavolo per compilare il “questionario inchiesta sanità fiorentina”.

Sempre sull’inchiesta sanita’ il Comitato rende noto che dopo l’allestimento del punto fisso di raccolta presso il circolo “Affratellamento”, nei giorni scorsi è stato allestito un nuovo punto fisso presso il circolo

“Boncinelli” (vedi foto) dove vi si potrànno recare gli abitanti delle zone di SORGANE e di BADIA.

Nei prossimi giorni verrà istituito un altro punto fisso presso il circolo “Le Lame”, mentre

tavolini volanti saranno a:

– il 12 marzo presso Poliambulatorio di via Gabriele D’Annunzio

– il 14 marzo presso Ospedale IOT

I primi dati raccolti saranno resi noti in occasione dell’assemblea popolare promossa dal comitato in occasione dell’assemblea che si terra’ presso il teatro Affratellamento il 21 marzo 2014 alle ore 17,30

Per continuare la lotta per strutture sanitarie pubbliche in ogni quartiere, per dare una reale consapevolezza di quanto sia difficile accedere alle cure gratuite, non possiamo smettere di fare tutto quello che è nelle nostre possibilità per fermare un progetto di tagli e privatizzazioni che vorrebbero venderci la salute a peso d’oro.

pretendiamo i presidi sanitari!!! la salute e’un diritto, non una merce!!! la “battaglia di Gavinana” continua!

Firenze 10 marzo 2014

Contatti : Sergio 3398910244 Paola 3395311085

su facebook https://www.facebook.com/Q3.GAVINANA

su google+ https://plus.google.com/u/0/101898153026644010441/posts

su youtube http://www.youtube.com/channel/UCch1pWSG1O4cOZW7t-KdbjA

- © Riproduzione possibile DIETRO ESPLICITO CONSENSO della REDAZIONE di CONTROPIANO

Ultima modifica: stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *