Menu

Catania. Margherita Vicari abbandonata dalle istituzioni. Usb:”La misura è colma!”

1470 visualizzazioni

Comunicato stampa

La Federazione USB Formazione Sicilia e la Federazione di Catania dell’ Unione Sindacale di Base, nel ribadire solidarietà e vicinanza alla propria iscritta, Margherita Vicari – ex dipendente dell'ANFE di Catania, ente regionale della Formazione, in attesa di 22 mensilità, mai pagate,somme che ha necessità di entrare, al più presto, in possesso per curare un figlio malato – denunciano pubblicamente quanto segue:

– Il 19 aprile 2017, in seguito ad un presidio dell'USB davanti alla sede di Palermo dell' Assessorato regionale della Formazione, Margherita e una delegazione dell'USB hanno incontrato l'assessore regionale BRUNO MARZIANO. In quell'incontro, considerando che Margherita (disoccupata) dovrà attendere il suo turno in graduatoria per ricevere quello che gli spetta, abbiamo chiesto all'assessore di fare intervenire il Comune di Catania e l'ASP per sostenere le spese sanitarie supportate dalla famiglia Vicari. L'assessore Marziano ha contattato ANGELO VILLARI, allora assessore comunale ai Servizi sociali.

– Il 21 aprile, Margherita e un rappresentante dell'USB hanno incontrato Villari e il Dott. FRANCO LUCA, direttore sanitario dell'ASP di Catania. Al direttore Luca, Margherita ha consegnato una nutrita documentazione sulle spese sanitarie. E il dott. Luca si è impegnato a dare una risposta in pochi giorni.

– Il 28 aprile, Margherita riveve questo messaggio, che si commenta da solo: "Domenica prossima 30 aprile primarie del PD per l'elezione del segretario nazionale. Possono votare tutti i cittadini elettori, iscritti o non iscritti al PD, dalle ore 8 alle ore 20 in tutti i comuni e nelle piazze principali di catania. Io vado a votare e voto Andrea Orlando. Ti invito a farlo anche tu e a far partecipare tutte le persone che conosci. Cambiamo il PD per cambiare l'Italia. Grazie Angelo Villari ".

– Il 4 maggio, considerando l'assoluto silenzio da parte del Comune di Catania e dell'ASP, la Direzione Regionale dell'USB Pubblico Impiego ha inviato una lettera al Sindaco ENZO BIANCO, a Villari, al dott. Luca e per conoscenza all'assessotre Marziano, chiedendo al sindaco di Catania d'intervenire personalmente.

– L'11 maggio, Margherita viene convocata, assieme ad un rappresentante dell'USB, dalla direzione del Dipartimento Strutturale del Farmaco di Catania. Qui, il dott. RAPISARDA, direttore del Dipartimento, chiede a Margherita i documenti sulle spese sanitarie, quando, in realtà, avrebbe già dovuti ricerverli dal dott. Luca. Margherita ha , ancora una volta, consegnato i documenti richiesti, e, anche questa volta, c'è stata la promessa di una risposta in pochi giorni. Addirittura, il dott. Rapisarda aveva già individuato la spesa farmaceutica da poter sostenere come ente.

– OGGI 16 maggio, non è arrivata NESSUNA risposta da parte di tutti coloro che si erano impegnati a darla. Politici e Funzionari. Da Palermo a Catania, una strafottenza e una disumanità politica nei confronti di un dramma vissuto da una donna, da una lavoratrice, la quale, come tante altre lavoratrici e lavoratori della Formazione regionale , vanta dalla Regione siciliana il pagamento di tantissime mensalità arretrate.

BASTA, LA MISURA E' COLMA!

A questo punto, l'USB , denunciando pubblicamente quello che potrebbe essere considerata una farsa, se non ci fosse coinvolto il dramma di una famiglia, annuncia la mobilitazione della categoria e chiede un incontro urgente con l'assessore regionale Marziano.

Federazione USB Formazione Sicilia Federazione di Catania dell’USB

—————————-

* Continua la “Cassa di Resistenza”, organizzata dall'USB Catania, per raccogliere fondi per la lavoratrice: chi volesse contribuire può telefonare ai numeri 333 4386674 e 3492926242.

 

 

- © Riproduzione possibile DIETRO ESPLICITO CONSENSO della REDAZIONE di CONTROPIANO

Ultima modifica: stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *