Menu

Roma: l’Usb chiama in causa Marino per la sospensione dei due delegati intervistati da Presa Diretta

612 visualizzazioni

Continua la pressione dell’USB nei confronti del Sindaco Marino a sostegno di Ilario e Valentino, delegati USB, sospesi dalla Trotta Bus Service.

Questa mattina venerdì 26 settembre per il Sindaco Marino doveva essere una mattinata serena destinata a raccogliere applausi per l’inaugurazione di Via dei Radar,che dovrebbe smaltire parte del traffico di via Tiburtina.
Si è invece trovato di fronte una delegazione dell’USB di Roma e delle RSU USB della Thales Alenia Space che ha ricordato al Sindaco il caso dei due delegati Ilario Ilari e Valentino Tomasone sospesi dalla Trotta Bus Service per aver partecipato alla trasmissione “Presa diretta” condotta da Riccardo Iacona.
La delegazione ha consegnato una lettera che denuncia il grave episodio antisindacale e che ricorda le ragioni per cui si battono da tempo i lavoratori del Consorzio Roma TPL  e l’USB trasporti. Un veloce scambio di battute dove l’USB  ha chiesto al Sindaco di intervenire sulla Trotta Bus Service per il ritiro della sospensione, per il rispetto dei pagamenti degli stipendi e per la corretta applicazione del capitolato d’appalto.
Da parte sua il Sindaco ha risposto in politichese dicendo che prenderà in carico il problema che conosce bene ma che non ha nessun potere sulla ditta appaltante……
L’incontro si è concluso con un nostro arrivederci a presto perché la sospensione di Ilario e Valerio deve essere ritirata e il 1 ottobre torneremo a gridarlo al Sindaco e ai poteri forti. Roma è di chi la vive e di chi lavora!

L’USB chiama in causa il Sindaco Marino contro la sospensione di due delegati sindacali del Consorzio Roma TPL.

I delegati sindacali dell’USB Ilario Ilari e Valentino Tomasone sono stati sospesi dal servizio in via cautelativa dalla loro azienda, la “Trotta Bus Service”, dopo essere stati intervistati dal programma di Rai 3 “Presa Diretta”  per la puntata andata in onda domenica 21 settembre, dedicata ai problemi del trasporto pubblico.
L’USB  protesta contro questi provvedimenti e chiama in causa il Sindaco Marino e l’Assessorato alla Mobilità del Comune di Roma, dato che la Trotta è una delle società facenti parte del Consorzio Roma Tpl, che gestisce in appalto il 30% del servizio bus nella capitale.
Nelle lettere inviate ai lavoratori si contesta la loro presenza in trasmissione senza alcuna autorizzazione da parte aziendale e l’aver rilasciato al giornalista inviato ‘dichiarazioni inerenti il parco automezzi aziendale circolante e la relativa manutenzione delle vetture altamente lesive dell’immagine dell’azienda.
Si tratta di una vera e propria rappresaglia contro i lavoratori e i delegati sindacali che da anni protestano per le condizioni di lavoro massacranti, per gli stipendi puntualmente pagati con  mesi di ritardo e per le stato degli automezzi .
Le immagini trasmesse parlino chiaro i lavoratori non hanno rilasciato nessuna dichiarazione diversa da ciò che proprio le immagini hanno mostrato  il grave stato in cui versano i pullman.  Inoltre c’è da sottolineare che il rinnovo del parco automezzi, era previsto dal contratto di servizio stipulato da Trotta con il Comune di Roma, ma come ben sanno i cittadini e come hanno mostrato le immagini i mezzi in circolazione sono quelli che circolano da anni.
La sospensione dei nostri delegati, che potrebbe preludere al loro licenziamento, appare come un’azione di ritorsione nei confronti della nostra organizzazione sindacale, che da anni denuncia questo tipo di mancanze alle istituzioni responsabili del servizio.
 Alla luce di ciò l’USB chiede che Il Comune di Roma in quanto parte in causa intervenga :
•        a tutela dei lavoratori sospesi , facendo le dovute pressioni sulla Trotta Bus Service, imponendole  la cessazione della condotta antisindacale
•        il pagamento regolare degli stipendi
•        la corretta applicazione del capitolato d’appalto con il Consorzio Roma Tpl.

- © Riproduzione possibile DIETRO ESPLICITO CONSENSO della REDAZIONE di CONTROPIANO

Ultima modifica: stampa

1 Commento


  • Maria Luisa Boldrighini

    in questi giorni ci sono le elezioni per le città metropolitane e De Magistris non è la persona giusta x gli sporchi interessi italici..Mluisa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *