Menu

Lampedusa. Mancano i soldi anche per gli stipendi dei metronotte

1236 visualizzazioni

"Non hanno ricevuto lo stipendio di marzo ed il saldo di febbraio". Lo scrive Aldo Mucci, responsabile dell'Unione sindacale di base.

La sigla sindacale ha proclamato lo stato di agitazione per i dipendenti della "Metronotte d'Italia" che, Lampedusa, si occupa del servizio di sicurezza aeroportuale. Già richiesto il tavolo per avviare le procedure di raffreddamento e di conciliazione. 

"I lavoratori addetti al servizio di sicurezza aeroportuale di Lampedusa, alla data odierna, – scrive Aldo Mucci – non hanno ricevuto stipendio di marzo ed il saldo febbraio 2017. La scrivente, con diverse note e continui colloqui telefonici, invitava la Metronotte D'Italia srl ad effettuare il pagamento delle spettanze retributive dovute ai lavoratori. Per giungere ad una composizione della questione, viene proclamato lo stato d'agitazione di tutto il personale e chiediamo che venga avviato il confronto con lo scopo di risolvere il problema, attivando la procedura di raffreddamento prevista dal Ccnl". 

Il rischio è che, se non si arrivi ad un incontro conciliativo fra le parti, venga proclamato lo sciopero.  

- © Riproduzione possibile DIETRO ESPLICITO CONSENSO della REDAZIONE di CONTROPIANO

Ultima modifica: stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *