Menu

Roma ricorda Fabrizio Ceruso e il diritto alla casa come resistenza

943 visualizzazioni

Nel pomeriggio di oggi sulla Tiburtina ha preso vita come ogni 8 settembre da alcuni anni a questa parte, il corteo che ricorda l’uccisione di Fabrizio Ceruso, giovane compagno di Tivoli di soli 19 anni, durante quella che viene conosciuta come “la battaglia di San Basilio”. Era il 1974 e per resistere allo sgombero delle case occupate in via Montecarotto, gli occupanti, la gente del quartiere e centinaia di compagni arrivati un po’ da tutta Roma, fronteggiarono fino a notte la polizia con scontri durissimi. Nel tardo pomeriggio, durante una delle cariche viene ucciso da un colpo d’arma da fuoco Fabrizio Ceruso.

Il Corteo è partito sulla Tiburtina ed è entrato nel quartiere di San Basilio sfilando fino alla lapide che ricorda Fabrizio Ceruso. Visibile e numerosa la presenza degli occupanti di case di oggi e degli abitanti del quartiere. Una trasmissione di memoria storica strettamente connessa con la continuità della lotta per la casa a fronte di una emergenza abitativa che è parte della storia sociale e della maledizione di una metropoli come Roma. Quarantatre anni dopo lo scontro tra esigenze popolari con la rendita immobiliare e la speculazione continua ad essere evidente e dirimente nelle relazioni sociali della Capitale. La minaccia degli sgomberi che grava sulle numerose occupazioni abitative viaggia parallelamente alla escalation speculativa rimessasi in moto in una “congiuntura” che vedi i prezzi immobiliari ricominciare a crescere dopo gli anni di “bassa”.

In questo senso la battaglia di San Basilio mantiene un valore politico e storico di attualità straordinaria. Domani pomeriggio, sabato 9 settembre, si terrà una assemblea popolare nel quartiere e varie iniziative culturali, musicali e di informazione.

Venerdi prossimo – 15 settembre – proprio alle case occupate di San Basilio sotto minaccia di sgombero (dove in molti casi gli occupanti sono figli e nipoti di quella storia) si terrà una assemblea-convegno sul diritto alla casa come diritto costituzionale disatteso.

Un VIDEO degli scontri a San Basilio l’8 settembre del 1974 durante lo sgombero delle case occupate in via Montecarotto nei quali venne ucciso dalla polizia il compagno Fabrizio Ceruso.

foto di Patrizia Cortellessa

- © Riproduzione possibile DIETRO ESPLICITO CONSENSO della REDAZIONE di CONTROPIANO

Ultima modifica: stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *