Menu

Firenze. No aeroporto, né vecchio né nuovo

202 visualizzazioni

Qualcuno si è chiesto se la pur scarsa mobilitazione non avesse potuto avere miglior causa, ma proprio lì sta l’errore di valutazione, gli interessi maggiori di chi vede la città come un giocattolo al suo servizio, sono speculazione, sfruttamento del territorio e dei lavoratori, come si è visto nel caso delle esternalizzazioni di Toscana Aeroporti.
Dall’alto degli attici e dalle vetrate dei propri uffici, riescono solo a rappresentare se stessi ed i loro interessi a discapito degli interessi di tutti: lavoro, case, scuole, servizi e mobilità sostenibile.

Se Confindustria dispone di numeri così risibili per il Si al nuovo Aeroporto, le cose per i pochi sostenitori di questa opera assurda, inutile e dannosa si stanno mettendo male davvero!
Si stanno mettendo male soprattutto per Toscana Aeroporti che nonostante un Decreto ad hoc dovrà scontrarsi con i ricorsi già messi in atto da cittadini e comitati, e che dal 2003 non rispetterebbe una VIA che impone enormi interventi infrastrutturali, tra cui l’interramento dell’autostrada e svariate opere di mitigazione e compensazione per gli abitati di Quaracchi, Brozzi e Peretola, che subiscono gli effetti del disinteresse di Toscana Aeroporti e delle amministrazioni cittadine che si sono succedute negli ultimi 14 anni.
Di tutto questo e di molto altro parleremo giovedì 16 sera in un’assemblea pubblica a Brozzi alla Libertas di Quaracchi, ore 21.00 in via di Brozzi, 99.

- © Riproduzione possibile DIETRO ESPLICITO CONSENSO della REDAZIONE di CONTROPIANO

Ultima modifica: stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *