Menu

Roma. 39° anniversario. della strage di Sabra e Chatila

A cura dell’Associazione “PER NON DIMENTICARE…”
presso: Festival della Cultura Palestinese
Sono passati 39 anni dal massacro di Sabra e Chatila ma le vittime non hanno giustizia, i sopravvissuti non hanno un futuro né la più umana comprensione dal resto del mondo per il loro dolore. La Palestina, quella strage e quelle vittime, non possono essere dimenticati.
Ricordare Sabra e Chatila è un atto di civiltà e noi abbiamo il dovere di ricordare quelle donne e quei bambini che sono stati massacrati mentre il mondo ha volutamente ignorato tale violenza.
Lunga è la lista dei massacri subiti dai palestinesi. Dalla Nakba ad oggi le tappe dell’orrore inflitto a questo popolo sono tante e non dimenticare e ricordare, significa impedire che il popolo palestinese sia spinto nell’isolamento dei campi. Significa dare dignità alla vita di uomini e donne che non hanno altre colpe se non quelle di essere figli della Palestina e di voler ritornare nella propria terra.
Durante la commemorazione sono previsti interventi di:
Kassem Aina – Ass. Assomud collegamento dal campo di Chatila (Beirut – Libano)
Bassam Saleh – giornalista e Presidente dell’Ass. “Prigionieri Palestinesi”
Mirca Garuti – Comitato “Per non dimenticare Sabra e Chatila”
Flavio Novara – Presidente del “Premio internazionale Stefano Chiarini”
Testimonianze da Beirut dei sopravvissuti al massacro.
• Proiezione documentario e reportage fotografico
• Momenti d’intrattenimento musicale
Circolo Arci Concetto Marchesi – 17 settembre, ore 19
Per raggiungerci: Fermata Metropolitana B: Santa Maria del Soccorso

- © Riproduzione possibile DIETRO ESPLICITO CONSENSO della REDAZIONE di CONTROPIANO

Ultima modifica: stampa
Argomenti: