Menu

Roma. Filastin III edizione 25-27 settembre

Ritornano, a grande richiesta, le iniziative culturali del Centro Documentazione Palestinese, con tre giornate di proiezioni, dibattiti, musica e laboratori all’aperto e cibo tipico.

Questa iniziativa ha lo scopo di unire attività di tipo ludico-ricreativo a dei momenti di approfondimento della storia e la realtà politica palestinese, specie in una fase critica come quella attuale in cui, di pari passo al processo di liquidazione della questione palestinese a livello politico internazionale, è in atto un processo di vero e proprio sradicamento dei contenuti politici e sociali della lotta del popolo palestinese.

Nel corso dell’iniziativa si alterneranno attività come laboratori di cucina araba, di letture per bambini, esibizioni musicali e momenti di dibattito e analisi, di proiezione di materiale documentaristico volto ad una maggiore conoscenza dei fenomeni sociopolitici che caratterizzano l’attuale fase con cui il popolo palestinese, in Palestina e nella diaspora, si trova a convivere.

Dopo il successo delle passate iniziative all’aperto tenutesi durante gli anni passati abbiamo ritenuto – a causa dell’attuale situazione sanitaria – questo il mezzo migliore per ricominciare il nostro lavoro di divulgazione, scambio e dibattito nella massima sicurezza e nel rispetto delle disposizioni anti-Covid.

L’iniziativa è organizzata in collaborazione con:
Unione Democratica Arabo Palestinese – UDAP
Al Ard Doc Film Festival
Sardegna Palestina
اتحاد الجاليات والمؤسسات الفلسطينية – أوروبا
(Unione delle Comunità e Organizzazioni Palestinesi – Europa)
Csoa eXSnia
Parco Delle Energie Ex Snia Via Prenestina

𝐏𝐑𝐎𝐆𝐑𝐀𝐌𝐌𝐀

𝐕𝐄𝐍𝐄𝐑𝐃𝐈’ 𝟐𝟓 𝐒𝐄𝐓𝐓𝐄𝐌𝐁𝐑𝐄:
18:00 – Presentazione dell’iniziativa
18:30 – Presentazione del libro “L’Eco delle Catene” una raccolta di scritti dal carcere di Ahmad Sa’adat, con la presenza di uno dei curatori dell’edizione italiana.
20:00 – Proiezione del documentario “Gaza demands life”, sulla Marcia del Ritorno e sulla lotta portata avanti dagli abitanti sotto assedio a Gaza.
Alla sera cibo tipico e proiezione di “The Walls of Dheisheh”

𝐒𝐀𝐁𝐀𝐓𝐎 𝟐𝟔 𝐒𝐄𝐓𝐓𝐄𝐌𝐁𝐑𝐄:
18:00 – Incontro sulla Palestina tramite la produzione audiovisiva (con Monica Maurer, AAMOD).
19:00 – Incontro col prof. Wasim Dahmash (docente di letteratura araba e membro della giuria Al Ard)
20:00 – Proiezione del film “Jaffa”, testimonianze della città palestinese prima della pulizia etnica sionista del 1948.
A seguire cena, musica e proiezione del corto “Ambience” (3° premio Cinéfondation – Cannes 2019)
22:00 – Esibizione del gruppo musicale Hudud – sonorità tradizionali palestinesi, arabe e mediterranee.

𝐃𝐎𝐌𝐄𝐍𝐈𝐂𝐀 𝟐𝟕 𝐒𝐄𝐓𝐓𝐄𝐌𝐁𝐑𝐄:
11:00 – Laboratorio di lettura per bambini, racconti e fiabe palestinesi
12:00 – Laboratorio di cibi e sapori arabi
A ora di pranzo cibo tipico proiezione di “Hummus”, documentario sull’appropriazione della cultura gastronomica araba e palestinese.

Gli incontri e le proiezioni rispetteranno le normative anti-COVID: l’ingresso agli eventi sarà consentito a una persona per volta, con l’obbligo di indossare la mascherina fino al raggiungimento del posto e verrà assicurato il corretto distanziamento di un metro tra gli spettatori a eccezione dei componenti dello stesso nucleo familiare o conviventi.

- © Riproduzione possibile DIETRO ESPLICITO CONSENSO della REDAZIONE di CONTROPIANO

Ultima modifica: stampa
Argomenti: