Menu

Terra di Lavoro contro il Vertice Ue a Roma del 25 marzo

964 visualizzazioni

Per un No Sociale ai diktat dell'UE e all'austerity

Si è tenuta al Csoa Tempo Rosso di Pignataro, l’assemblea “Terra di Lavoro verso il 25 marzo”, promossa dal Coordinamento Terra di Lavoro che da qualche mese vede a confronto diverse realtà di lotta della provincia di Caserta. L’incontro è stato organizzato per costruire anche dal territorio casertano la partecipazione al corteo del 25 marzo a Roma contro il vertice dei capi di stato e di governo dell'Unione Europea, in occasione del sessantesimo anniversario del "Trattato di Roma", che nel 1957 ha sancito la nascita della CEE.

L’assemblea è stata inoltre occasione per fare un bilancio della giornata di lotta napoletana dell’11 marzo contro la venuta del leader fascio-leghista Salvini, giornata caratterizzata da una forte mobilitazione popolare e di massa.

Assemblea partecipata e ricca di interventi proprio a sottolineare la molteplicità di esperienze e di visioni che attraverseranno la giornata romana del 25, molteplici come è stata l’esperienza del “NoSociale” che ha costruito la mobilitazione sociale in occasione del referendum costituzionale del dicembre scorso. Una buona occasione, quella del 25, per tornare in piazza per ribadire il no alle politiche predatorie delle oligarchie economico-politiche europee rappresentate ai massimi livelli nel vertice romano di marzo. Un no che parta dai territori e dal basso, dalle esperienze di lotta degli operai e dei precari, dagli studenti alle comunità in lotta contro il biocidio e la devastazione ambientale. Pur consapevoli delle difficoltà di fase che i movimenti scontano in questo periodo è stata sottolineato da tutti gli interventi che la data del 25 possa essere attraversata come data delle “possibilità” per poter riaprire processi conflittuali su un piano più generale e nazionale. Una giornata che possa ribadire l’indisponibilità dei settori sociali subalterni e dei movimenti a subire i diktat dell’Unione Europea e delle politiche di austerity e anche che sappia essere argine alle derive fasciste, razziste e xenofobe che prendono piede su tutto il territorio europeo.

Il coordinamento Terra di Lavoro promuoverà quindi la partecipazione al contro vertice dal territorio casertano con una serie di iniziative comunicative e politiche e con l’organizzazione di pullman per raggiungere la capitale.

 

- © Riproduzione possibile DIETRO ESPLICITO CONSENSO della REDAZIONE di CONTROPIANO

Ultima modifica: stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *