Menu

I tre fronti della lotta di classe

 

La “Rete dei Comunisti” dalla sua nascita nel 1998 ha mostrato un carattere specifico ed originale nella definizione della propria funzione politica e nella strutturazione dell’intervento concreto; la scelta all’epoca è stata quella di concepire un processo di ricostruzione di un punto di vista e di una organizzazione dei comunisti su quelli che sono stati sempre concepiti come i tre elementi fondanti della lotta di classe, ovvero quello teorico-ideologico, quello politico e quello sindacale-sociale. Tre fronti del conflitto di classe che decidemmo di trattare dando ad ognuno di questi una autonomia politico-organizzativa….

Sulla ipotesi dei tre fronti il contributo più importante ci è venuto dagli scritti di Engels,  dal “Che fare” di Lenin e dagli scritti politici di Gramsci. Dalla lettura e comprensione di questi scritti, abbiamo cominciato negli anni successivi ad elaborare in modo sempre più concreto traendo indicazioni di lavoro nella prospettiva che ci eravamo dati.

L’introduzione di questa pubblicazione, è seguita infatti da alcuni testi che abbiamo utilizzato nelle e per le nostre elaborazioni. I testi riportati sono, a seguire: la “Prefazione alla Guerra dei contadini in Germania” di Engels del 1874, una parte dell’introduzione di Luciano Gruppi al “Che Fare” di Lenin degli Editori Riuniti del 1970 ed un brano dello stesso scritto di Lenin; una parte tratta dagli scritti politici di Gramsci sulla scuola di partito; alcuni capitoli de “Le ragioni dei comunisti oggi” da noi pubblicato nel Maggio del 1994, la parte del “Manifesto Politico” della Rete dei Comunisti steso in occasione della terza assemblea nazionale de 2011 relativa ai tre fronti della lotta di classe. Infine ci sono alcune delle relazioni ai forum promossi della Rete dei Comunisti negli ultimi anni.

(dalla introduzione al quaderno “I tre fronti della lotta di classe” edito dall’Associazione Marxista “politica e classe”)

richiedetelo scrivendo a cpiano@tiscali.it

- © Riproduzione possibile DIETRO ESPLICITO CONSENSO della REDAZIONE di CONTROPIANO

Ultima modifica: stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.