Menu

Tunisia. L’esercito spara sui disoccupati

L’esercito tunisino è intervenuto ieri nella città meridionale di Tozeur per reprimere una protesta di disoccupati. I soldati avrebbero sparato in aria, nel tentativo di disperdere i dimostranti. Ma evidentemente anche a mezz’aria, visto che alcune testimonianze oculari fanno riferimento a un certo numero di feriti ricoverati subito dopo in ospedale. Secondo la ricostruzione che il sindacalista Imed Bedoui ha fatto telefonicamente alla Reuters, una cinquantina di disoccupati si sono riuniti davanti alla sede del governo locale per un sit-in. Hanno chiesto con insistenza di vedere il governatore per esprimergli la propria rabbia e preoccupazione per la mancanza di lavoro. In seguito al rifiuto opposto alla loro richiesta avrebbero tentato di assaltare l’edificio. È a questo punto che l’esercito avrebbe aperto il fuoco. Uno dei feriti sarebbe in gravi condizioni. No comment delle autorità

- © Riproduzione possibile DIETRO ESPLICITO CONSENSO della REDAZIONE di CONTROPIANO

Ultima modifica: stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *