Menu

La Cina corre: +9,7% nei primi tre mesi

L’economia cinese è cresciuta a grande ritmo anche nel primo trimestre del 2011, con il Prodotto interno Lordo aumentato del 9,7%. Ciò nonostante, i mercati ostrano una qualche preoccupazione perché queto dato eccellente rappresenta comunque un “rallentamento” rispetto al 8,9 del trimestre precedente. Più serio è invece il problema dell’inflazione, che ha toccato in marzo il 5,4%, il livello più alto dal luglio del 2008. Un tasso così alto rende più probabile una stretta monetaria da parte della Banca centrale di Pechino, che ha bisogno – per tenere sotto controllo i prezzi – si “raffreddare” ulteriormente la crescita. Le cifre, diffuse oggi dall’Ufficio nazionale di statistica, indicano che le misure già prese dal governo – tra cui quattro aumenti del tasso d’interesse, a partire da ottobre – non hanno dato i risultati sperati. Il settore più surriscaldato, quello immobiliare, ha registrato nei primi tre mesi dell’anno un aumento degli investimenti del 34,1% su base annua. I generi alimentari sono invece aumentati dell’11 per cento.

- © Riproduzione possibile DIETRO ESPLICITO CONSENSO della REDAZIONE di CONTROPIANO

Ultima modifica: stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ARTICOLI CORRELATI