Menu

Fa strage a New York, la polizia lo uccide

E’ finita questa mattina in un edificio abbandonato la fuga di un uomo ritenuto responsabile di aver ucciso quattro persone ieri in due piccoli centri nel Nord dello stato di New York. Kurt Meyers é stato ucciso dalla polizia, che ha fatto irruzione nel suo rifugio dopo averlo braccato e circondato.
Tutto é cominciato ieri nella tarda mattinata quando Meyers, 64 anni, ha aperto prima il fuoco in un negozio di barbiere a Herkimer, uccidendo due persone, e poi in un autolavaggio a Mohawk, uccidendone altre due; per motivi ancora ignoti. Nella duplice sparatoria sono rimaste ferite anche altre due persone. Rapidamente individuato, Meyers, che era pesantemente armato, é riuscito a darsi alla fuga, per poi nascondersi nel seminterrato di un edificio abbandonato a Hekimer. La polizia lo ha però localizzato e tenuto sotto assedio per molte ore. Questa mattina ha infine inviato un cane poliziotto nel suo rifugio, ma il ricercato lo ha subito ucciso a colpi d’arma da fuoco, e le squadre speciali della polizia a quel punto hanno fatto irruzione nel locale e, durante una breve sparatoria Meyers é rimasto ucciso. ”Ci stava aspettando”, ha detto un portavoce della polizia, precisando che nessun agente é rimasto ferito.

- © Riproduzione possibile DIETRO ESPLICITO CONSENSO della REDAZIONE di CONTROPIANO

Ultima modifica: stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.