Menu

Afghanistan: attacco a una società inglese “contractor” della Nato

Almeno sette persone sono morte a Kabul a causa di un attacco, rivendicata dai talebani, contro una società di trasporti britannica fornitrice della Nato.
Nell’attacco c’è stata almeno una esplosione causata da un kamikaze. Le vittime sono quattro guardie nepalesi e una afghana, oltre a due civili.
Il commando era composto da quattro persone: una è morta facendosi esplodere all’ingresso dell’installazione nel tentativo di consentire di entrare agli altri tre, che però sono rimasti uccisi nel conflitto a fuoco con le guardie.
Secondo il portavoce dei talebani Zabihullah Mujahid, che ha rivendicato l’attacco con un sms inviato ai giornalisti, “un commando di martiri ha inflitto gravi perdite alle forze straniere”.

- © Riproduzione possibile DIETRO ESPLICITO CONSENSO della REDAZIONE di CONTROPIANO

Ultima modifica: stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.