Menu

Iraq. La prima causa di perdite militari Usa sono le scorte ai convogli di carburante

Per fortuna “non” era una guerra per il petrolio! Ora il Pentagono scopre che un soldato ferito o ucciso su 8 è determinato dalle scorte ai convogli di carburante che devono rifornire le basi Usa. Sul piano militare è facile da capire: i convogli sono lenti, di grandi dimensioni, scortati – sì – ma non certo con centinaia di uomini (si finirebbe per consumare l’equivalente del trasportato…). Insomma: bersagli relativamente facili, colpendo i quali di danneggia pesantemente la logistica bellica Usa.

E quindi parte la campagna per il “risparmio energetico” dentro le forze occupanti.

Potrete trovare tutte le informazioni, le cifre, ecc a questo indirizzo

http://money.cnn.com/technology/storysupplement/cost_military_oil_addiction/?iid=HP_Highlight

naturalemnte in inglese, perché le nostre forze in questo momento non ci permettono di darvi anche la traduzione.

- © Riproduzione possibile DIETRO ESPLICITO CONSENSO della REDAZIONE di CONTROPIANO

Ultima modifica: stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.