Menu

Francia. Indignazione per la brutalità poliziesca e l’arresto di una infermiera in sciopero

Ultim’ora: Farida, l’infermiera arrestata ieri è stata liberata. Una buona notizia

Ieri sera Farida un’infermiera Val-de-Marnaise di 50 anni, che lavora da 17 anni all’ospedale Ap, madre di due bambini è stata bloccata con violenza inaudita dai poliziotti, tenuta a terra al punto da avere una costola rotta, sanguinante in faccia, tirata per i capelli come il peggiore criminale.

LA POLIZIA DI MACRON MASSACRA GLI INFERMIERI Video shock dalla Francia. Ieri gli operatori sanitari transalpini mentre protestavano per richiedere aumenti salariali, sono stati violentemente caricati dalla polizia. In questo video, un'infermiera di 50 anni di nome Farida, che ha lavorato dalle 12 alle 14 ore al giorno durante tutta l'emergenza del Covid (ed è stata anche contagiata), è stata picchiata selvaggiamente e arrestata. Vergogna!!

Pubblicato da Spread It su Mercoledì 17 giugno 2020

Il tutto è avvenuto durante una protesta degli infermieri nel quadro della mobilitazione generale di ieri in tutta Francia per la difesa della sanità pubblica.

Infermieri salutati dalla retorica come “eroi” durante la pandemia di Covid 19 ma diventati subito target della repressione appena protestano.

Farida ha subito riconosciuto di essere stata presa dalla rabbia alla fine di una manifestazione a causa delle cariche di polizia e dei lacrimogeni lanciati contro i manifestanti.

Il contesto non può essere eluso: dopo due mesi di lotta contro il Covid 19 dove le notti sono state senza soste, questa infermiera, Farida, non si è fermata nemmeno quando è stata contagiata dal virus Ma non ha sopportato più le violenze di polizia contro le manifestazioni, il disprezzo del governo verso il personale addetto all’assistenza.

L’Union Regionale della Cgt Ile-de-France e l’Union Dipartimentale Cgt della Val-de-Marne esigono il rilascio immediato di Farida senza alcuna accusa contro di lei. O il governo persegue la pace o persegue l’esacerbazione dei conflitti. La violenza sociale è nel campo del governo e del padronato.

Oggi pomeriggio a Parigi alle ore 16 è stata convocata una manifestazione di protesta e per chiedere l’immediata liberazione di Farida presso la stazione di polizia del 7° arrondissement (9 via Fabert, metro Invalid).

Tutto questo non avviene a Hong Kong o negli Stati Uniti di Trump, avviene nell’europea Francia del liberale Macron, e i mass media italiani guardano da un’altra parte.

Ultim’ora:

- © Riproduzione possibile DIETRO ESPLICITO CONSENSO della REDAZIONE di CONTROPIANO

Ultima modifica: stampa

8 Commenti


  • Rosa Rogolino

    Schifo e vergogna…. Violatii ancora una volta i diritti, la dignità di esseri umani.


  • Lollo margherita

    È inaudito, che la polizia arrivi a tanto, da quando c’è questo capo di stato!!! Permette solo crimini alla polizia!!!! Spero che i francesi riescano ad eliminare questo Luigi XVl.


  • Ina

    Che dire…! Non esiste un angolo al mondo che si possa definire “democratico”


  • Valerio Recchia

    Sono fermamente convinto che alle forze dell’ordine europee, e non solo, venga somministrato un “vaccino” che mutando il loro dna , come già in molte affermazioni scientifiche, li renda non più in grado di discernere il male dal bene e li renda senza un’anima, bestiali; esattamente quello che vogliono fare con tutte le popolazioni.
    Altrimenti non si spiegherebbe tanta brutalità di tanti uomini contro una sola donna senza macchia alcuna , se non quella di dissentire contro il governo .Si sta verificando improvvisamente che uomini appartenenti alle forze dell’ordine siano diventati bestiali


    • Redazione Contropiano

      Completamente d’accordo, tranne che sul “improvvisamente”. Certe mutazioni si producono in processi che durano decenni. Siamo “noi” (il pubblico normale dei media) ad accorgercene all’improvviso, quando tra il poliziotto raccontato (chessò, Montalbano e Catarella) e quelli che ti trovi davanti la differenza salta agli occhi… E naturalmente non si può rifare una storia in un singolo commento. Buona lettura!


  • Gigi Frosi

    Che dire di in giovane sacerdote che per aver pranzato con 3 o 4 operai in piazza davanti alla chiesa, è stato prelevato in casa dalle forze dell’ordine, pompieri compresix aprite una finestra e ricoverare il giovane sacerdote in psichiatria?


  • Benito Cremonini

    Grazie a chi ci informa. Benito Cremonini 1936.


  • Musa

    Vergogna. È solo un esempio di inutile brutalità. Farida, sono con te!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *