Menu

L’amministrazione comunale Pd di Fidenza “commemora” un aviatore repubblichino

La notizia che segue dimostra come l’idea del “Partito della Nazione”, mutuata dalla logica dei “Ragazzi di Salò” in un clima politico generale di ripresa dell’ideologia e della simbolica fascista stia facendo danni enormi all’identità democratica e repubblicana dell’Italia.

Dopo le polemiche succedutesi a vari episodi ( Campo X del Cimitero di Milano, partecipazione elettorale di liste con simbolo il fascio littorio, caso “Ghersi”) appare necessaria una presa di posizione complessiva da parte di chi ritiene di dover stare dalla parte di quelli che hanno combattuto per liberare l’Italia dall’ignominia fascista e nazista.

Si sta rischiando, non solo l’oblio della memoria ma addirittura il passaggio ad una sorta di rovesciamento della verità storica che deve essere assolutamente impedita con la mobilitazione e la vigilanza attiva.

Ecco la notizia:

“Non intendiamo essere spettatori silenti di fronte alla scelta dell’Amministrazione comunale di Fidenza di onorare la memoria di una persona che ha fatto dell’adesione al fascismo il filo rosso della propria vita”.

E’ polemica a Fidenza dove domani, in occasione del centenario della nascita  di Luigi Gorrini sarà inaugurato un monumento al corpo dell’aeronautica; un jet Aermacchi, posizionato in via Cairoli, restaurato e assicurato per un valore di centinaia di migliaia di euro.

Mdp ricorda che l’aviatore ha combattuto fino alla Liberazione del nostro Paese prima nell’esercito fascista e poi per la Repubblica nazifascista di Salò. Per questo esprime “profondo sconcerto” per la decisione.

“Gorrini è stato un militare molto esperto (ragione per la quale ha ottenuto onorificenze militari) che ha combatuto per tenere l’Italia sotto il giogo della dittatura di Mussolini e poi di Hitler. Tutto questo, senza che neppure negli ultimi anni della sua vita abbia manifestato neppure un cenno di ripensamento sulle scelte compiute. Onorare e celebrare, per di più da parte di un’istituzione pubblica, figure con queste caratteristiche ferisce profondamente i sentimenti democratici di tutti, crea un precedente molto grave e segnala un cedimento culturale preoccupante” ricorda il Movimento democratico e progressista che rompe così il silenzio che ha accompagnato la scelta del Comune borghigiano.

Il sindaco di Fidenza Andrea Massari invita a non fare confusione tra il monumento all’Arma Aeronautica e la figura del capitano Gorrini, fidentino d’adozione, “un asso dell’aviazione italiana, medaglia d’oro al valor militare, cui l’associazione ha voluto dedicare parte del programma in occasione del centenario della nascita”.

“Non intendiamo essere spettatori silenti di fronte alla scelta dell’Amministrazione comunale di Fidenza di onorare la memoria di una persona che ha fatto dell’adesione al fascismo il filo rosso della propria vita”.

E’ polemica a Fidenza dove domani, in occasione del centenario della nascita  di Luigi Gorrini sarà inaugurato un monumento al corpo dell’aeronautica; un jet Aermacchi, posizionato in via Cairoli, restaurato e assicurato per un valore di centinaia di migliaia di euro.

Mdp ricorda che l’aviatore ha combattuto fino alla Liberazione del nostro Paese prima nell’esercito fascista e poi per la Repubblica nazifascista di Salò. Per questo esprime “profondo sconcerto” per la decisione.

“Gorrini è stato un militare molto esperto (ragione per la quale ha ottenuto onorificenze militari) che ha combattuto per tenere l’Italia sotto il giogo della dittatura di Mussolini e poi di Hitler. Tutto questo, senza che neppure negli ultimi anni della sua vita abbia manifestato neppure un cenno di ripensamento sulle scelte compiute. Onorare e celebrare, per di più da parte di un’istituzione pubblica, figure con queste caratteristiche ferisce profondamente i sentimenti democratici di tutti, crea un precedente molto grave e segnala un cedimento culturale preoccupante” ricorda il Movimento democratico e progressista che rompe così il silenzio che ha accompagnato la scelta del Comune borghigiano.

- © Riproduzione possibile DIETRO ESPLICITO CONSENSO della REDAZIONE di CONTROPIANO

Ultima modifica: stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.