Menu

Ciampino. La lista Diritti in Comune fa “il botto”

Alle elezioni comunali di domenica, a Ciampino il candidato sindaco della coalizione “Diritti in Comune” ha preso il 20% dei voti.

Il candidato Sindaco della coalizione, Alessandro Porchetta ha così commentato il risultato: “Ci siamo, cresciamo e rilanciamo! Siamo una coalizione del 20%, non abbiamo raggiunto il ballottaggio e non neghiamo che questo ci rammarica, ma ormai è chiaro che esiste una realtà cittadina forte e popolare, che pretende la città pubblica, spazi fruibili, servizi per i cittadini e non avventure imprenditoriali, che esige la tutela dell’ambiente, del patrimonio e dei beni comuni. Abbiamo sempre detto che c’eravamo prima e ci saremmo stati dopo. Lo testimonia l’ottimo risultato di molti dei nostri candidati e candidate nelle liste, persone radicate sul territorio, alcuni con più esperienza, altri giovanissimi”.

Sulla propria pagina fb, la Coalizione Diritti in Comune ha così valutato lo straordinario risultato elettorale:

“Con il voto di domenica, nonostante la nostra coalizione non ce l’abbia fatta ad arrivare al secondo turno, la geografia politica di Ciampino è cambiata radicalmente.

Abbiamo dimostrato di essere una presenza stabile, rappresentativa del 20% di quegli elettori che si sono recati ai seggi, persone che senza questa proposta alternativa sarebbero andate ad ingrossare le fila dell’astensione. Rappresentiamo un fronte politico e un’agenda di temi con i quali sarà necessario rapportarsi.

Diritti in Comune si conferma un movimento in crescita: siamo un soggetto della politica cittadina che non si attiva solo durante le elezioni, ma ogni giorno dell’anno. Oggi siamo la quarta lista più votata, più di molti partiti politici nazionali. Abbiamo il 10% e raccogliamo 1452 voti, alcune centinaia in più della scorsa tornata, nonostante il calo dell’affluenza. I nostri candidati e candidate si confermano rappresentativi di ampie fasce della popolazione.

Saremo in Consiglio comunale, in ogni caso, con un nostro gruppo consiliare. Una squadra che si batterà per la città pubblica, sostenibile e partecipata, che sarà ancora una volta la cinghia di trasmissione tra le istituzioni e la strada. Ora discuteremo in maniera collettiva le prossime tappe, come siamo soliti fare, nella nostra comunità”.

- © Riproduzione possibile DIETRO ESPLICITO CONSENSO della REDAZIONE di CONTROPIANO

Ultima modifica: stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.