Menu

La Lituania blocca una tv russa

120 visualizzazioni
f07a32293805ef9b9e9e6ce8fd5b5ead

La Lituania ha bloccato un canale televisivo in lingua russa, RTR Planeta, per un periodo di tre mesi a partire da lunedì 13 aprile, accusando l’emittente di diffondere propaganda ostile al governo del paese per quanto riguarda la copertura della guerra civile in Ucraina.
L’agenzia delle comunicazioni del paese baltico ha sospeso RTR Planeta per aver “incitato la discordia, alla bellicosità e per aver diffuso informazione vergognosa”, ha affermato la portavoce dell’agenzia Birute Kersiene.
Il canale è registrato in Svezia, ma la proprietà è dell’impresa russa Vgtrk.
La Lituania, dove vive una consistente minoranza di lingua e cultura russa, è schierata apertamente con il regime nazionalista che ha preso il potere a Kiev per mezzo del colpo di stato scaturito dal movimento di piazza denominato EuroMaidan.
Una sanzione analoga con conseguente stop alle trasmissioni per tre mesi, era stata già imposta da Vilnius ad un altro canale televisivo russo il mese scorso. Il 21 marzo erano state infatti sospese le trasmissioni del canale NTV Mir, accusato dalle autorità lituane di avere trasmesso un controverso film nell’anniversario dell’indipendenza lituana dall’Unione Sovietica. E sempre a causa di una differente lettura dei fatti che portarono al distacco dall’Urss nel gennaio del 1991, lo scorso ottobre venivano bloccate per tre mesi le trasmissioni dell’emittente pubblica russa Channel One.

- © Riproduzione possibile DIETRO ESPLICITO CONSENSO della REDAZIONE di CONTROPIANO

Ultima modifica: stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *