Menu

Africa: rinnovata la base militare Usa a Gibuti

807 visualizzazioni

Gli Stati Uniti rinnovano un accordo per prolungare la loro presenza militare in Gibuti, Paese del Corno d’Africa strategico anche per il controllo del Medio Oriente e della Penisola Arabica, dove si trova l’unica base permanente statunitense di tutto il continente africano. La notizia è stata annunciata dal presidente degli Stati Uniti Barack Obama nel corso del suo incontro alla Casa Bianca con il presidente del piccolo Paese africano, Omar Guelleh.

Lo Stato si trova al confine con la Somalia e con un’area africana che negli ultimi anni ha visto l’aumento degli scontri settari, il che fornisce a Washington una scusa da utilizzare per giustificare la rinnovata presenza militare in un continente dove a contendersi l’egemonia sono stati da una parte la Francia e l’Unione Europea nel suo complesso, e dall’altra e con modalità assai differenti la Cina.
Secondo Obama la base statunitense di Gibuti (dalla quale partono la maggior parte dei droni dispiegati dagli Stati Uniti in Africa) rappresenta una “struttura centrale” per l’Est del continente. Guelleh, al potere dal 1999, ha ipocritamente ricordato che il sostegno delle truppe americane va nella direzione “del mantenimento della pace a livello internazionale”.

- © Riproduzione possibile DIETRO ESPLICITO CONSENSO della REDAZIONE di CONTROPIANO

Ultima modifica: stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *