Menu

Telecomunicazioni. I sindacati di base presentano una piattaforma unitaria

378 visualizzazioni

Le organizzazioni sindacali Cisal Comunicazione, Cobas del Lavoro Privato, FLM Uniti – Cub,  Snater, USB Lavoro Privato – Telecomunicazioni, con la collaborazione del CLAT- Collettivo Lavoratori Autoconvocati Telecomunicazioni, il giorno 31/3/2017 hanno presentato a TIM e ASSTEL, e in copia alle OO.SS Confederali SLC-CGIL, FISTEL-CISL, UILCOM e UGL Comunicazioni, la Ipotesi di Piattaforma di rinnovo contrattuale di secondo livello di TIM, in risposta alla provocazione aziendale della disdetta unilaterale del precedente contratto integrativo.

Questa decisione è maturata al nostro interno nonostante non sia stato ancora rinnovato il CCNL di settore, scaduto da circa tre anni e che, istituzionalmente, dovrebbe precedere il secondo livello. I lavoratori non possono più aspettare.

Nel documento presentato sono state raccolte le istanze portate all’attenzione dai tanti lavoratori durante i numerosi momenti di lotta succedutisi in questi ultimi mesi.

I principi ispiratori di base sono:

  • all’introduzione del JOBS ACT nel rinnovo contrattuale
  • al controllo individuale delle prestazioni lavorative
  • al nuovo Regolamento Aziendale che modifica gli istituti normativi del contratto aziendale: non lo può sostituire
  • a un significativo recupero salariale
  • all’estensione dei diritti sindacali

A breve verranno calendarizzate le assemblee per condividere l’ipotesi di piattaforma, raccogliere proposte ed emendamenti  da parte di tutti i lavoratori e per sostenere  le nostre giuste e legittime rivendicazioni  in tutte le sedi e in tutte le modalità che si riterranno opportune.

UNITI SI VINCE!                 SOLO LA LOTTA PAGA!

- © Riproduzione possibile DIETRO ESPLICITO CONSENSO della REDAZIONE di CONTROPIANO

Ultima modifica: stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *