Menu

Spese militari: F 35 costosi, inutili ma “ineluttabili”, anche secondo la Corte dei Conti

11229 visualizzazioni

Fa salire di qualche grado in più la temperatura della rabbia il documento con cui la Corte dei Conti, severa castigatrice delle spese pubbliche inutili, giustifica l’aumento dei costi per il caccia F35 acquistati dall’Italia. Prevedibile anche l’assordante silenzio di Rizzo e Stella, i giornalisti castigatori del Corriere della Sera. Quando si parla di spese militari si allineano e tacciono tutti, quando si parla di sanità, pensioni, istruzione gli stessi che tacciono starnazzano come oche.

Il programma dei caccia F35 “è in ritardo di almeno cinque anni” e “molteplici problematiche tecniche hanno fatto praticamente raddoppiare i costi”. A testimoniarlo non è un movimento antimilitarista ma la Corte dei Conti, secondo cui però “uscire ora dal progetto comporterebbe importanti perdite economiche”. Per i giudici, inoltre, le prospettive occupazionali per l’Italia legate ai super caccia “non si sono ancora concretizzate nella misura sperata”, cioè il famoso “lavoro” che avrebbero portato è stato, come ampiamente previsto e denunciato, assai inferiore ai costi prodotti.

“Nel 2001 – spiega la relazione della Corte dei Conti – il costo medio di acquisizione era stimato a 69 milioni di dollari; oggi è di 130,6 milioni (quasi raddoppiato dunque). Si segnala tuttavia una tendenza alla riduzione (-4,67%) in raffronto alle analoghe stime del 2012, che riportavano un costo medio di acquisizione di 137 milioni di dollari. Tale riduzione viene collegata al maggiore grado di maturità, e quindi di efficienza, dei processi produttivi”.
Il documento prosegue rilevando come secondo “le indicazioni fornite dall’Ufficio indipendente americano ‘Gao’ nella conferenza internazionale di Oslo e nella relazione GAO-16-390, alcuni rischi tecnici, pur essendosi significativamente ridotti nel corso del 2016, rimangono aperti”.
Gli F 35 tra l’altro vanno in sovrapposizione con il caccia europeo Eurofighter di cui Leonardo e l’Aeronautica hanno consegnato a Torino l’11 aprile scorso all’Aereonautica il 500° Eurofighter F-2000 Typhoon prodotto dal consorzio europeo.

 

- © Riproduzione possibile DIETRO ESPLICITO CONSENSO della REDAZIONE di CONTROPIANO

Ultima modifica: stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *