Menu

Genova. Topi nelle caserme a libro paga

710 visualizzazioni

Da oggi chiusa mensa di Bolzaneto e sede centrale in via Albertazzi. Allestita una tenda nella palestra di via Albertazzi. Ieri molto personale si è rifiutato di mangiare.situazione ai limiti.pronti a un nuovo sciopero.

Topi nelle caserme a libro paga

Genova corre ai ripari….

mensa in palestra, prima attività ginnica e poi pasto veicolato.

I topi si sono insediati nelle mense per sfruttare gli ultimi colpi di derrate alimentari, causato dalla scellerata riforma della ristorazione nei vigili del fuoco del dott. Parisi. Le cucine verranno chiuse, le cuoche licenziate e il personale costretto a cibi veicolati probabilmente riscaldati nel microonde dopo una giornata di incendi.

La soluzione sarebbe quella di licenziare questi manager da pallottoliere che continuano a trasformare i VVF in un esercito di Franceschiello.

Come diceva il ben amato stratega Andreotti: a pensare male si fa peccato, ma spesso ci si azzecca; forse ci sarebbe posto nell’applicazione del “jobs act” verso questi dirigenti rampanti riformisti.

Inoltre la regina delle riforme chiamata Madia (senza accento altrimenti sarebbe servita almeno ad impastare) che ha creato un danno storico con l’eliminazione del Corpo Forestale, facendo aumentare i carichi di lavoro dei pompieri ad un livello non più sostenibile producendo infortuni in quanto l’unico trend positivo sono gli incendi di bosco duplicati da inizio anno. Sarebbe opportuno chiedere il conto alla Madia.

Mai dimenticare il riordino firmato dalle tre sorelle (CGIL, CISL, UIL) che ha introdotto la produttività del soccorso stabilendo un rapporto di 1 soccorritore ogni 15000 abitanti (e non sono escluse modifiche future)…..ora finalmente qualcuno si sveglia dal lungo letargo; speriamo sia la volta buona.

Quello che ha ridotto ad un colabrodo le caserme e gli ambienti di lavoro sono proprio le esternalizzazioni con i continui appalti a ribasso producendo schiavi costretti a turni massacranti in condizioni lavorative impossibili, come nelle imprese di pulizie e nelle mense che oggi rischiano il licenziamento.

Noi chiediamo a gran voce la re internalizzazione dei servizi attraverso la risoluzione Fiano che deve, tramite la stabilizzazione, reintegrare nei servizi gli over dei limiti di età, producendo vero risparmio e un miglior servizio…..ma figuriamoci se la politica e i nostri prefetti, che hanno al guinzaglio la nostra dirigenza, riescono a produrre un algoritmo così complesso pensando veramente a efficienza e risparmio!!!

Che dire….. mangeremo in palestra chiedendo la tessera annuale di fitness ed immaginando un topo di nome Rémy capace di stupire il genere umano con delizie inattese.

Sarebbe opportuno, ora più che mai, rigettare al mittente queste scellerate azioni messe in atto dal dipartimento e scendere nuovamente in piazza.

- © Riproduzione possibile DIETRO ESPLICITO CONSENSO della REDAZIONE di CONTROPIANO

Ultima modifica: stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *