Menu

I soldi di Soros. Ecco chi li ha presi, anche in Italia

E' stato hackerato con una incursione il sito della Open Society Foundation, creata e finanziata da George Soros. Migliaia di file con documenti sono stati resi pubblici. Sul sito http://soros.dcleaks.com/ che ha pubblicato i documenti, è comparso il seguente messaggio degli hackers che hanno realizzato l'incursione: George Soros – scrivono gli hacker –  è un magnate ungherese- americano, investitore, filantropo, attivista politico e autore che, di origine ebraica. Guida più di 50 fondazioni sia globali che regionali. È considerato l’architetto di ogni rivoluzione e colpo di Stato di tutto il mondo negli ultimi 25 anni . A causa sua e dei suoi burattini gli Stati Uniti sono considerati come una sanguisuga e non un faro di libertà e democrazia. I suoi servi hanno succhiato sangue a milioni e milioni di persone solo per farlo arricchire sempre di più. Soros è un oligarca che sponsorizza il partito Democratico, Hillary Clinton, centinaia di uomini politici di tutto il mondo. Questo sito è stato progettato per permettere a chiunque di visionare dall’interno l’Open Society Foundation di George Soros  e le organizzazioni correlate. Vi presentiamo i piani di lavoro , le strategie , le priorità e le altre attività di Soros. Questi documenti fanno luce su uno dei network più influenti che opera in tutto il mondo”.

http://soros.dcleaks.com/Tra i documenti c'è anche l'elenco delle organizzazioni che in Europa – e in Italia – hanno ricevuto finanziamenti dalla fondazione di Soros per le loro attività. L'elenco è leggibile a questo link:

http://soros.dcleaks.com/view?div=europe

Tutti gli altri documenti, divisi per aree geografiche, sono leggibili invece su : http://soros.dcleaks.com/

Buona lettura e ognuno ne tragga le proprie conclusioni.

- © Riproduzione possibile DIETRO ESPLICITO CONSENSO della REDAZIONE di CONTROPIANO

Ultima modifica: stampa

5 Commenti


  • Daniela

    Come mai non riesco ad entrare nel sito di Soros? 


  • Eugenio Cantini

    Non che mi stia simpatico un multimiliardario ma non mi sembra che finanziare l'Arcigay, l'Associazione 21 luglio e il Cospe sia così grave, anzi ha fatto bene. Se poi volete sostenere che le banche debbano essere nazionalizzate non è un buon articolo per farlo, evitate di usare gli stessi commenti complottisti degli hacker, dovreste saperlo che nel capitalismo il sistema funziona in un certo modo. 


  • max

    Come si fa a farsi finanziare da Soros? (scherzo eh 😉 )


  • Alessandro Cardonelli

    Ricevere o non ricevere i finanziamenti dalla fondazione di Soros fa la differenza sul progetto a cui lavori, caro Contini. E dopo la merda che è stata ingoiata in questi anni, nel mondo dell'associazionismo o delle Ong non è più un dettaglio (in piccolo vedi la vicenda mafia-capitale etc.)


  • Mic

    @Eugenio Cantini:

    È ovvio che il senso dell'articolo non è se Soros ha fatto bene o male a finanziare l'associazione X, bensì: "se soros finanzia l'associazione X, che cosa gli dà in cambio l'associazione X?"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.