Menu

Napoli. Loro in trincea, noi nelle strade. Sarà il nostro Maggio

Mercoledì 4 febbraio ore 10.00  manifestazione alla regione Campania,

Isola E 12 Centro Direzionale, Napoli.

Mercoledi 4 febbraio, il consiglio regionale della Campania si riunisce per modificare la legge elettorale a pochi mesi dal voto. Al vaglio dell’aula ci sarà l’innalzamento della soglia di sbarramento dal 3% al 10%. Un atto vergognoso che mortifica ancora una volta la democrazia. Ormai da anni, in nome della governabilità, hanno espulso qualsiasi voce dissidente dalle istituzioni con l’unico risultato di renderle sorde alle esigenze delle persone, sono le conseguenze di una sorta di “maggioriotario delle larghe intese” più o meno mascherate

Noi, le donne e gli uomini che stanno promuovendo un percorso di innovazione politica e sociale all’interno dell’appello maggio, non ci preoccupiamo dell’elezione di qualche consigliere regionale, le ragioni delle nostre proteste sono altre. Ci rifiutiamo di pensare che la politica si debba risolvere il un balletto tra finte contrapposizioni che governano solo in favore dei poteri forti. Ci opponiamo al fatto che a milioni di cittadini venga di fatto negato il diritto di votare in un paese dove sempre più alte sono le soglie di sbarramento e l’astensionismo. Le nostre ragioni si rappresentanto nelle lotte e nelle vertenze territoriali, tra queste vi è la difesa degli spazi di democrazia, il loro allargamento, il loro mutamento in chiave sempre più partecipativa e non meramente rappresentativa. Per questo saremo in presidio avanti al consiglio regionale, senza fare sconti a chi sosterrà la schifezza proposta da Caldoro.

- © Riproduzione possibile DIETRO ESPLICITO CONSENSO della REDAZIONE di CONTROPIANO

Ultima modifica: stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.