Menu

Non vogliamo scegliere tra guerra infinita e guerra nucleare

Come era ovvio, Putin dopo le sconfitte chiama la Russia alla mobilitazione e chi già vantava che si sarebbe arreso si mostra lo stupido che è.

Nessuno può vincere la guerra in Ucraina e i maledetti che parlano di “vittoria” ci portano solo alla terza guerra mondiale.

Tra costoro c’è anche Mario Draghi che all’ONU ha svolto il peggiore intervento in quella sede tra tutti i capi di governo italiani.

Le parole violente e guerrafondaie di Draghi hanno posto il nostro paese nel fronte dei più fanatici bellicistici e arrecato un danno enorme al paese. Non è questa l’Italia della Costituzione antifascista e pacifista.

La guerra, rimossa dalla campagna elettorale da tutti i partiti che hanno deciso di inviare le armi e fare le sanzioni, torna così prepotentemente in campo.

Se non fermiamo l’escalation militare e i suoi dottor Stranamore, ne saremo sempre più colpiti.

La guerra non si può vincere, si deve solo fermare. Noi non vogliamo scegliere tra la guerra infinita e la guerra nucleare. Cominciamo dal nostro paese dicendo basta a Draghi e ai fanatici che ci vogliono portare al disastro.

E non pensino costoro di intimidirci o fermarci con le minacce, o con il vecchio invito reazionario e fascista di “andare in Russia”.

Andateci voi guerrafondai, noi stiamo qui in Italia per tirar fuori il nostro paese dalla guerra in cui l’avete portato, primo passo per fermarla, e per gridare ovunque:

NO ALLE ARMI

NO A CHI VUOLE LA GUERRA INFINITA

TRATTARE LA PACE.

- © Riproduzione possibile DIETRO ESPLICITO CONSENSO della REDAZIONE di CONTROPIANO

Ultima modifica: stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.