Menu

Gli Stati Uniti si preparano all’intervento militare in Libia

“La violenza deve cessare. Muammar Gheddafi ha perso la legittimità a governare e deve andarsene”. Due unita’ della marina statunitense, la portaerei USS Kearsage e la nave anfibia d’assalto USS Ponce sono arrivate stamane alla base di Souda Bay sull’isola di Creta nel quadro del riposizionamento della flotta americana in relazione alla crisi libica. Quattrocento marines si trovano da mercoledi alla base americana per imbarcarsi sulle due unita’. In Italia, mentre sta per partire la “missione umanitaria” deliberata dal Consiglio dei Ministri sia in Tunisia che nelle zone controllate dai ribelli, il titolare degli Esteri Franco Frattini ha invitato a non parlare con “leggerezza” di opzione militare. L’opzione militare in Libia “non credo sia da considerare con leggerezza” ha detto il ministro spiegando che per un eventuale intervento armato servirebbero comunque “mandati precisi del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite”.

- © Riproduzione possibile DIETRO ESPLICITO CONSENSO della REDAZIONE di CONTROPIANO

Ultima modifica: stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.