Menu

Atene: niente scontrino? consumazione gratis

Molto presto in Grecia potrebbe essere perfettamente lecito consumare in un bar o in un ristorante e andar via senza pagare il conto se il cameriere non lo porterà accompagnato da un regolare scontrino. La stessa regola sarà valida anche in tutti gli altri esercizi commerciali se il negoziante, al momento del pagamento, non presenteà al cliente la ricevuta fiscale prevista dalla legge.
Questa misura senza precedenti è l’ultima trovata del governo di Atene per tentare di ridurre l’evasione fiscale che in Grecia è stimata fra i 40 e 60 miliardi di euro all’anno. Gli evasori fiscali, come hanno accertato recenti indagini condotte dalla Guardia di Finanza ellenica (Sdoe) in varie località del Paese, sono nella stragrande maggioranza dei casi (dal 53 al 74% a seconda dei posti) ristoratori ed albergatori che continuano a non emettere ricevute fiscali, evadendo così le tasse.
E’ proprio per cercare di obbligare questa categoria a denunciare tutti gli introiti e a pagare il dovuto che il ministero dello Sviluppo di Atene ha annunciato che presenterà un’inedita normativa in base alla quale i clienti di ristoranti, bar e altri negozi potranno andarsene senza pagare la consumazione o quanto hanno acquistato se prima non avranno ricevuto un regolare scontrino. Una misura che potrebbe essere applicata già dalla settimana prossima. E la norma prevede anche che menu di bar e ristoranti riportino bene in evidenza il “nuovo diritto” concesso ai consumatori.

- © Riproduzione possibile DIETRO ESPLICITO CONSENSO della REDAZIONE di CONTROPIANO

Ultima modifica: stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.