Menu

Brasile. Omicidio in fazenda, una prassi contro chi chiede diritti

 

Brasile, assassinato con un colpo alla nuca un lavorartore agricolo all’interno della Fazenda Vale do Triunfo del gruppo Santa Barbara, di proprietà del banchiere Daniel Dantas.

 

L’assassinio di Welbert Cabral Costa, lavoratore di 26 anni, è avvenuto il 27 di Luglio a São Félix do Xingu, nello stato del Parà. Secondo la ricostruzione Divo Ferreira, funzionario della fazenda avrebbe ucciso Walbert per una lite scaturita dalla richiesta del rispetto dei diritti sul lavoro.

 

Il corpo del lavoratore non è stato ancora ritrovato e, come denuncia la famiglia, ancora non c’è stato l’appoggio della polizia nell’investigazione sopra questo caso.

 

Il gruppo Santa Barbara è l’impresa agricola più del Brasile e la seconda al mondo, con 500 mila ettari coltivati e 550 mila capi di bestiame.

 

La Cpt, Comissão Pastoral da Terra e MST, denunciano l’utilizzo di giovani delinquenti come corpo di sicurezza e che crimini come questo sembra siano comuni all’interno della fazenda. Si ipotizza inoltre che vi sia un cimitero nascosto all’interno dell’azienda stessa.

 

 

 

 

- © Riproduzione possibile DIETRO ESPLICITO CONSENSO della REDAZIONE di CONTROPIANO

Ultima modifica: stampa
Argomenti:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.