Menu

A Gibuti un centro per le “operazioni speciali” dell’esercito francese

La Francia ha scelto l’ex colonia di Gibuti come sede per un terzo distaccamento del Comando delle operazioni speciali (Cos) in Africa, dopo le basi stabilite in Mauritania e Burkina Faso. Lo ha riferito il quotidiano francese ‘Le Figaro’, sottolineando che Parigi “sta rafforzando la sua capacità di intervento veloce” sul continente.
La sede di Gibuti dovrebbe essere operativa in autunno, consentendo alla Francia di avviare “in meno di tre ore un’operazione su tutti i teatri del Sahel e dell’Africa, sia ad est che ad ovest” hanno sottolineato esperti militari citati dal giornale francese.
La scelta è caduta su Gibuti dopo il rifiuto del Mali di ospitare il distaccamento, che prevede una quarantina di membri delle unità di élite e alcuni elicotteri sotto il comando del capo di stato maggiore delle forze armate francesi e sotto l’autorità diretta del presidente della Repubblica François Hollande.
La notizia è stata diffusa pochi giorni dopo un attentato suicida degli insorti somali di al Shabaab contro un ristorante di Gibuti, molto frequentato dagli occidentali, costato la vita a tre persone.

- © Riproduzione possibile DIETRO ESPLICITO CONSENSO della REDAZIONE di CONTROPIANO

Ultima modifica: stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.