Menu

Turchia: Erdogan epura 2500 tra giudici e pubblici ministeri

Continua il repulisti nelle strutture statali da parte del presidente del governo liberal-islamista turco Recep Tayiip Erdogan.
Nella sua ultima epurazione di massa tra le fila della magistratura il governo turco ha sostituito più di 2.500 giudici e pubblici ministeri, evidentemente ritenuti ostili o comunque poco collaborativi nei confronti dei diktat della classe dirigente.
Lo riferisce l’edizione online del quotidiano Hurriyet nel dare notizia che due giorni fa la prima Sezione del Consiglio supremo dei giudici e dei pubblici ministeri (Hsyk, il Csm turco) ha emesso un decreto in cui si dispone la sostituzione di 2.224 ufficiali giudiziari e 293 funzionari amministrativi in servizio negli organi giudiziari. Il provvedimento riguarda anche centinaia di procuratori capo, capi di tribunali penali, giudici e pubblici ministeri. Nel decreto vengono inoltre assegnati nuovi vice procuratori capo alla capitale Ankara e ad Istanbul e nuovi procuratori capo in diverse province in tutto il Paese. Sia in termini di numeri sia grado di carriere colpite, il decreto è considerato da vari osservatori come il più grave colpo inferto dal partito Giustizia e Sviluppo (Akp, al governo) contro un asserito “tentativo di colpo di stato” orchestrato secondo Erdogan dagli ex-alleati della confraternita del predicatore islamico Fetullah Gulen, da anni in esilio volontario negli Usa. Secondo il premier, sarebbe stato proprio questo “stato parallelo” a far compiere le indagini ed i successivi arresti per corruzione (il 17 e il 25 dicembre del 2013) nei confronti dei figli di tre ex ministri e di uomini d’affari vicini all’esecutivo allo scopo di rovesciare il governo. Dall’inizio di quest’anno, per arginare i danni, l’Akp ha reagito con una serie di vaste purghe e sostituzioni, in particolare nei settori della magistratura e della polizia nei quali si ritiene che i seguaci di Gulen – e anche i simpatizzanti del principale partito d’opposizione, il repubblicano laicista Chp – abbiano una presenza rilevante.

- © Riproduzione possibile DIETRO ESPLICITO CONSENSO della REDAZIONE di CONTROPIANO

Ultima modifica: stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.