Menu

Turchia: commando spara contro la sede del Partito Democratico dei Popoli

Attorno alle 4 del mattino alcuni sconosciuti hanno aperto il fuoco ad Ankara contro la sede del Partito Democratico dei Popoli, la formazione che riunisce i partiti curdi e vari gruppi della sinistra turca, senza fortunatamente fare vittime: lo ha annunciato un responsabile dell’Hdp spiegando che “gli aggressori hanno sparato dei colpi di fucile da una vettura”. I media turchi riportano la foto dei colpi che hanno trapassato l’ingresso della sede e in particolare il simbolo del partito che si trova nel quartiere di Çankaya.
L’immobile che ospita la sede del partito è stato messo in sicurezza dalle guardie locali, che hanno risposto al fuoco, mettendo in fuga gli assalitori. Le autorità di pubblica sicurezza hanno diffuso poi la notizia che due sospetti sono stati arrestati, anche se non è chiaro se i due siano veramente relazionati con l’attacco e quale sia la loro appartenenza politica.
“Le provocazioni continuano, ma noi non cederemo”, ha scritto su twitter Sirri Sureyya Onder, un deputato e dirigente del partito che alle elezioni del prossimo 7 giugno mirano a superare la altissima soglia di sbarramento del 10% per poter entrare nel parlamento di Ankara.
Lo scorso 10 aprile il co-portavoce dell’Hdp, Selahattin Demirtaş aveva avvertito che l’intenzione del governo islamista dell’Akp è di aumentare la tensione nel paese in vista delle elezioni per avvantaggiarsene politicamente presentandosi come argine al caos e partito d’ordine. A Demirtaş aveva risposto il dirigente governativo Yalçın Akdoğan che aveva accusato l’esponente della sinistra curda di “parlare come un portavoce del Pkk”.

 

- © Riproduzione possibile DIETRO ESPLICITO CONSENSO della REDAZIONE di CONTROPIANO

Ultima modifica: stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.