Menu

Foggia. Arresti domiciliari per cinque antifascisti che avevano contestato Casa Pound

Movimentata l’inaugurazione della sede di Casa Pound a Foggia. Una cinquantina di militanti antifascisti hanno cercato di contestarla arrivando fin sotto il locale che si trova in via Pestalozzi. Ci sono stati degli scontri e tre fascisti (tra cui pare una ragazza colta da un malore) sono rimasti feriti. L’intervento della Polizia ha portato all’arresto di cinque antifascisti che la Questura indica come attivisti del Laboratorio Sociale Jacob. Nel pomeriggio gli arresti sono stati convertiti in arresti domiciliari. Fermato anche il responsabile locale di Casa Pound Rocco Finamore. Secondo l’ormai consueto copione, i fascisti di Casa Pound chiedono solidarietà e coccole ai partiti politici, forse sperano che anche a Foggia, come avvenuto a Massa, riescano ad avere anche quella di Sel, il partito del governatore della Puglia, Nichi Vendola. Scontri Casapound circolo Jacob: indagini Digos
Lo scorso 5 febbraio, tre ragazzi appartenenti al Collettivo Politico Studentesco, furono aggrediti da un gruppo di neofascisti a Piazza Puglia, ma per tanti non era successo niente.

- © Riproduzione possibile DIETRO ESPLICITO CONSENSO della REDAZIONE di CONTROPIANO

Ultima modifica: stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.