Menu

Vallecrosia: No Tav contestano Caselli

Contestazione contro Caselli ieri sera da parte di un gruppo di manifestanti contrari all’alta velocità in Val Susa. Gli attivisti si sono presentati davanti al Teatro del Don Bosco di Vallecrosia, dove era in programma l’incontro pubblico nell’ambito del progetto di “educazione alla legalità e alla convivenza democratica”, al quale stava partecipando il Procuratore Capo della Repubblica presso il Tribunale di Torino.
Uno degli striscioni affissi fuori dal teatro recitava ‘La lotta No Tav non si arresta. Libertà per tutti’. “La mafia – ha spiegato uno dei promotori del presidio, Gianluca Beltrami – si combatte con degli anticorpi. Questi anticorpi sono anche i movimenti sociali. Come facciamo noi da anni. Non da ultima quella dei centri sociali, spazi pubblici autogestiti. I movimenti No Tav sono anticorpi contro la mafia. Chi li criminalizza sicuramente non è un paladino dell’antimafia”. 

- © Riproduzione possibile DIETRO ESPLICITO CONSENSO della REDAZIONE di CONTROPIANO

Ultima modifica: stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.