Menu

Ancona: operai Fincantieri bloccano autostrada A14

Dopo un presidio davanti al casello di Ancona nord, un migliaio di lavoratori dello stabilimento Fincantieri aderenti alla Fiom-Cgil sono entrati nell’autostrada A14 per protestare contro la riforma del mercato del lavoro e lo svuotamento dell’art. 18. Gli operai stanno sfilando dietro uno striscione lungo una decina di metri che recita «Manifestamente insussistenti». “La scritta fa riferimento alla nuova formulazione dell’art. 18 e alle motivazioni per il reintegro, ma soprattutto al ruolo dei lavoratori sempre più marginalizzati e ‘inesistenti»” spiega un dirigente del sindacato. I lavoratori, giunti dalle aziende metalmeccaniche della Vallesina e dai vari cantieri navali di Ancona, hanno fatto esplodere petardi e fumogeni ed hanno intonato slogan contro il ministro Elsa Fornero e contro la riforma del mercato del lavoro: «l’art. 18 non si tocca». 
Nella zona sono presenti molti agenti delle forze di polizia in assetto antisommossa, ma sinora non ci sono stati contatti con i manifestanti. Il casello era già stato chiuso in uscita, così come gli accessi dalla SS 76.

- © Riproduzione possibile DIETRO ESPLICITO CONSENSO della REDAZIONE di CONTROPIANO

Ultima modifica: stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.