Menu

“Renzi, sei un bluff”. Flash mob orchestrale a Firenze

Un flash mob, in pratica un’ora di concerto di circa 60 musicisti dell’orchestra e del coro del Maggio musicale fiorentino, davanti al Palazzo dei Congressi di Firenze, prima dell’inizio di ‘Big Bang. Italia Obiettivo Comune’, l’assemblea di mille amministratori locali convocata da Matteo Renzi.

Gli orchestrali, vestiti come quando vanno sul palco, e con dello scotch nero sulla bocca, hanno eseguito musiche di Verdi, Mozart, Puccini, Ravel e l’Inno di Mameli; poi, hanno lasciato volare in cielo palloncini neri. Durante il flash mob gli orchestrali hanno scandito slogan come ‘Renzi bluff’ e ‘Colombo a casa’, riferendosi alla sovrintendete del Teatro Francesca Colombo. Anche sui palloncini sono state scritte frasi contro sindaco e sovrintendente.

L’iniziativa è stata organizzata dai sindacati per denunciare la situazione del Teatro e, hanno spiegato i manifestanti, «per dire ‘no’ alla cassa integrazione». «Quello che sta accadendo in Teatro – ha detto Marco Salvatori della Fials – è il completo fallimento della politica del sindaco Matteo Renzi e del presidente della Regione Enrico Rossi».

I dipendenti del Teatro protestano da giorni per la cassa integrazione in deroga, che interesserà, a rotazione da luglio a dicembre, tutti i lavoratori. La cassa integrazione è uno dei punti contenuti nell’accordo siglato lo scorso 5 giugno tra la Fondazione e Cgil e Cisl, che è arrivato al termine di un lungo tavolo di trattative portato avanti da Comune e Provincia di Firenze e Regione. L’intesa prevede, tra l’altro, anche l’individuazione di 45 esodi volontari entro fine anno.

- © Riproduzione possibile DIETRO ESPLICITO CONSENSO della REDAZIONE di CONTROPIANO

Ultima modifica: stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.