Menu

Ciampino. Crolla un solaio a scuola, ferite una maestra e una bambina

Travolte da un pezzo di solaio caduto dal tetto di un’aula di una scuola materna a Ciampino, alla periferia di Roma.
Una maestra e una bimba di cinque anni sono rimaste ferite e sono state accompagnate all’ospedale di Marino. Le loro condizioni fortunatamente non sono  gravi.
ma queste sono le conseguenze dei tagli alla scuola di ogni ordine e grado: assenza di controlli, manutenzione, riparazioni e aumento dei rischi per i ragazzi e i lavoratori.
“Gravissimo quanto accaduto questa mattina in una scuola materna di Ciampino. Il crollo di una parte di solaio che ha ferito una bambina di 5 anni e la sua maestra deve indurre tutte le istituzioni ad una seria riflessione. Per troppi anni la manutenzione, ordinaria e non, degli edifici scolastici è stata relegata ad argomento non prioritario dell’azione amministrativa: zero investimenti e interventi centellinati solo per rimediare a situazioni emergenziali. La recente indagine di Legambiente “Ecosistema scuola” fotografa una situazione allarmante per il Lazio, con una scuola su tre che necessita di urgenti lavori manutentivi. Ed invece, i Comuni si trovano nella condizione di non poter far nulla al riguardo, a causa degli ormai ridicoli trasferimenti operati dal Governo. A questo, per il Lazio, vanno ad aggiungersi i tagli effettuati dalla Giunta Polverini ai fondi destinati alla messa a norma o alla manutenzione straordinaria degli edifici scolastici. L’incidente di oggi avrebbe potuto avere conseguenze ben più gravi di quelle registrate e per questo ritengo non più rinviabile un’azione del Governo volto a garantire l’agibilità delle nostre scuole e la sicurezza degli studenti e degli insegnanti. Alla famiglia della bambina ferita, alla maestra e alla preside va tutta la mia solidarietà”. Così, in una nota, Fabio Nobile, consigliere regionale Pdci/Federazione della Sinistra.

- © Riproduzione possibile DIETRO ESPLICITO CONSENSO della REDAZIONE di CONTROPIANO

Ultima modifica: stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *