Menu

MontePaschi. Ora c’è anche il falso in bilancio

Era il reato che Berlusconi aveva cancellato, rendendolo “perdonabile” con una semplice ammenda. Ma ora l’ex direttore generale di Monti dei Paschi di Siena, Antonio Vigni, e l’ex presidente Giuseppe Mussari risultano indagati anche per l’ipotesi di falso in bilancio.
La procura di Siena ritiene che il reato sarebbe stato commesso nella ristrutturazione del debito con la banca giapponese Nomura, che ha ricevuto dall’istituto senese 88 milioni di euro per una “commissione” che è apparsa niente affatto chiara.

- © Riproduzione possibile DIETRO ESPLICITO CONSENSO della REDAZIONE di CONTROPIANO

Ultima modifica: stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.