Menu

Blockupy annuncia un assedio alla Banca Centrale Europea


Blockupy punta a fermare le normali attività della Banca centrale europea, giustamente ritenuta una delle principali responsabili delle dure politiche di austerità imposte a diversi governi europei e che hanno causato un aggravamento di crisi, povertà e disoccupazione in tutto il continente. Per il 31 maggio ”il nostro obiettivo é bloccare la Bce il più possibile e disturbare la sua quotidianità” ha annunciato oggi la portavoce di Blockupy, Ani Diesselmann.

Per il primo giugno é invece previsto un corteo di protesta al quale, come l’anno passato, é attesa la partecipazione di migliaia di persone da tutta Europa. Secondo Blockupy l’Eurotower non simboleggia solo le politiche di rigore europee, ma ”é una protagonista diretta di programmi di risparmio devastanti” ha spiegato Diesselmann. La polizia, ha reso noto un portavoce del ministero dell’Interno tedesco, garantirà comunque ai dipendenti della Bce l’accesso all’edificio. Anche l’anno scorso decine di migliaia di persone di diversi Paesi europei avevano protestato a Francoforte contro la gestione della crisi da parte della politica e delle istituzioni finanziarie continentali. Da quella protesta era nata una occupazione permanente, il Blockupy camp, che si era sciolta solo alcuni mesi dopo, alla fine di una lunga contesa legale con le autorità federali e regionali.

- © Riproduzione possibile DIETRO ESPLICITO CONSENSO della REDAZIONE di CONTROPIANO

Ultima modifica: stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.