Menu

Coronavirus. Cuba mette a disposizione la cura e la sta producendo in Cina

Attualmente, il mondo è spaventato dall’emergere di una pericolosa estensione del noto Coronavirus e anche dalla mancanza dell’antidoto che lo combatte. Tuttavia, i media hanno recentemente riferito che gli scienziati considerano l’uso di un farmaco cubano contro il coronavirus e di conseguenza porre fine fine a questa pandemia.

Secondo i rapporti pubblicati del quotidiano cubano Granma, la medicina cubana usata in Cina per combattere il coronavirus è l’Interferone alfa 2B. Nel suddetto rapporto, inoltre, dettagliano anche che detto farmaco è una produzione del Centro di ingegneria genetica e biotecnologia di Cuba.

Anche il presidente cubano, Miguel Díaz-Canel, nei suoi social network, ha informato della scoperta di una possibile cura per il coronavirus con una medicina cubana. Secondo Díaz-Canel, il più notevole di questo risultato è che grazie alla medicina cubana, oltre 1500 persone in Cina sono state curate dal virus mortale.

Il sostegno al governo cinese e alle persone nei loro sforzi per combattere il coronavirus è stato espresso dal presidente cubano, indicando anche che questo risultato è stato raggiunto quando un gruppo di medici cubani è arrivato in Cina con la medicina.

Inoltre, il rapporto indica che la medicina cubana selezionata dalla Cina è un antivirale usato per combattere alcune malattie virali. Tra queste malattie vi sono infezioni virali derivate da HIV, epatite B e C, papillomatosi respiratoria e anche alcuni tipi di cancro.

Secondo lo scienziato di BioCubaFarma, Luis Herrera Martínez, questo composto protegge i pazienti e impedisce loro di morire a seguito di complicazioni nelle loro condizioni mediche. Inoltre, medici e scienziati cinesi affermano che insieme alla medicina cubana stanno anche usando altri 30 composti per curare i pazienti con coronavirus.

Dopo i risultati favorevoli ottenuti con l’uso della medicina cubana in pazienti infetti da coronavirus, la Cina ha iniziato la sua produzione. Questo, a seguito della scelta per l’implementazione della tecnologia cubana per combattere il coronavirus.

Di conseguenza, nella provincia di Jilin, è iniziata la produzione dell’interferone alfa (IFNrec) nello stabilimento cinese-cubano di Changheber. Con questa decisione, le autorità cinesi sperano che si possa finalmente ottenere un trattamento efficace per impedire a più persone di rischiare la vita.

Negli ultimi mesi in tutto il mondo è stato attivato un allarme di fronte all’espansione del coronavirus, una malattia infettiva e contagiosa che causa gravi condizioni respiratorie. Sebbene ci siano diversi paesi in cui vi sono stati casi di pazienti infetti, senza dubbio il caso della Cina supera qualsiasi altro.

Questo, a seguito della pesante manifestazione del virus registrato nella città di Wuhan; dove ad oggi ci sono più di 38.000 pazienti infetti e ci sono già stati più di 900 morti a causa della mancanza di cure per la malattia.

Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, uno studio rivela che circa l’82% dei pazienti presenta lievi sintomi della malattia. Sottolineano inoltre che il 15% si è aggravato, il 3% raggiunge uno stato critico ed hanno chiesto ai vari paesi di adottare misure preventive.

In considerazione della mancanza di controllo che inizialmente si è registrata nell’affrontare il virus, questo si è esteso ad altri siti, interessando 25 paesi del mondo. Dopo diverse settimane di angoscia e di ricerca di un antidoto contro il coronavirus, sembra che questa medicina cubana possa essere la chiave.

Da Dimecuba.com

altri articoli sull’argomento:

agenzia Xinhua

Excelenciascuba

Telesur Tv

 

- © Riproduzione possibile DIETRO ESPLICITO CONSENSO della REDAZIONE di CONTROPIANO

Ultima modifica: stampa

11 Commenti


  • Barbara hernandez

    Sono sempre con Mia cuba Grazie 1000❤️❤️🇨🇺🇨🇺🇨🇺


  • Sabasani

    Se davvero fosse una nuova cura inventata a Cuba, come e’ possibile che 12 anni fa ho fatto la terapia per l’epatite C che consisteva in nientepopodimeno che l’Interferone Alfa 2B??

    Magari perche’ esiste da un pezzo e non e’ niente di nuovo ed e’ effettivamente una cosa che viene usata per provare a curare infezioni virali di per cui ancora non ci sono cure specifiche?

    Tra l’altro, sarebbe bastata una semplice ricerca su Google per scoprire che non si tratta di una novita’:

    Interferon alfa 2b is an antiviral or antineoplastic drug, that was originally discovered in the laboratory of Charles Weissmann at the University of Zurich. It was developed at Biogen, and ultimately marketed by Schering-Plough under the tradename Intron-A. It has been used for a wide range of indications, including viral infections and cancers.

    This drug is approved around the world for the treatment of chronic hepatitis C, chronic hepatitis B, hairy cell leukemia, Behçet’s disease, chronic myelogenous leukemia, multiple myeloma, follicular lymphoma, carcinoid tumor, mastocytosis and malignant melanoma.

    ….

    https://en.wikipedia.org/wiki/Interferon_alfa-2b


  • Aldo

    L’interferone è in commercio da circa 20 anni, è principalmente un antitumorale e ha rivelato una leggera efficacia col virus dell’epatite C se associato alla Ribavirina. Ha effetti collaterali devastanti e permanenti che vanno da problemi alla tiroide alla depressione maggiore, passando per la polineuropatia e la perdita dei capelli.. La metà dei pazienti trattati non resiste alla terapia. Questa “notizia” è una delle più grosse bufale apparse ultimamente. Siete disgustosi.


  • Emilia Galli

    😍


  • Luciano

    Senza nulla togliere all’eccellenza della medicina cubana nell’articolo c’è un equivoco.
    L:Interferone alfa 2b non è una medicina cubana, non è nuova e non è prodotta solo a Cuba. È un farmaco in uso a livello mondiale da più di 20 anni nel trattamento di leucemie, linfomi, epatiti ed altro.
    Forse l’articolista voleva dire che è stato sperimentato per la prima volta nel trattamento del coronavirus.
    Cordialmente
    Luciano Griso


  • luciano Marcon

    idem per la clorichina farmaco usato per la malaria ma che da risultati anche sui coronavirus in primis testato in vitro sulla sars nel nel e ora lo hanno usato su pazienti in Cina


  • Cubano

    Risposta ai come ti di sopra.
    Allora perché non avevano arrivati prima a capire que forcé questo farmaco poteva servire anche per il terrificante Coronavirus, comunque Cuba sempre a la vanguardia della medicina non obstante al Embargo.


  • Zenny

    Deberían agradecer que Cuba tuvo la iniciativa y solidaridad de ayudar, sin embargo los “supuestos creadores” no, ¿Por qué será? No lo sé, pero lo que si sé es que a pesar del riesgo que corren en ir a China, están allá luchando para salvar vidas humanas. Gracias Cuba una vez más por su valentía.


  • Suli

    Refiriendo a los comentarios anteriores… Non è un farmaco sviluppato nei laboratori cubani ma siamo stai noi “i cubani a provarlo” ed a capire che da un aiuto considerabile a la lotta contro il coronavirus, mentre i creatori ciò è la grande ed famosa Svizzera non ha fatto una mossa, pur avendo il rischio potenziale per la vicinanza a la italia ed altre paesi europei, spero tanto per il bene del universo si trovi una cura ed un bacino, dovremo lavorare tutti insieme ed capire di una volta per sempre che nella unione si fa la forza…. Ed che siamo una nazione sola…


  • Judith diaz mendez

    Cuba grande in umanità ..comunque non ti venga riconosciuto tuoi meriti
    Dio si. Fino adesso sei l unico paese libero di questo virus .e se arrivasse sa come fare..
    Siamo Potenza medica
    Comunque non vogliono riconoscere


  • SANDRO LAZZERI

    Il coraggio è una cosa, la PRESUNZIONE è UN ‘ ALTRA COSA…..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *