Menu

27 gennaio: sciopero Generale e Manifestazione nazionale a Roma

Lo sciopero generale è indetto:

– contro il governo Monti che conferma le precedenti manovre, colpisce l’intero sistema pensionistico e il livello di vivibilità economica dei pensionati, riduce il potere d’acquisto dei salari attraverso l’aumento dell’IVA, dell’Irpef locale, dei ticket sanitari, delle accise sulla benzina e l’adozione dell’ICI sulla prima casa;
– contro le politiche ispirate dall’unione europea e condivise dai vari governi, che tutelano gli interessi del grande capitale bancario, finanziario ed economico, scaricando i costi della crisi capitalista sui lavoratori e sulle fasce di popolazione più disagiata;
– contro le precedenti manovre del governo Berlusconi che complessivamente prevedono misure su licenziamenti, privatizzazioni e peggioramento delle condizioni di lavoro dei lavoratori privati e del personale del pubblico impiego e della scuola (anche con l’accorpamento selvaggio degli istituti), compresa la riduzione del personale, la cassa-integrazione, la mobilità obbligatoria, la possibilità di licenziare e il blocco dei contratti, contro la riforma scolastica del Ministro Gelmini;
– contro le politiche del “piano Marchionne”, le delocalizzazioni e la deindustrializzazione in atto, l’estensione dell’accordo Pomigliano in tutto il gruppo Fiat e nelle aziende metalmeccaniche collegate, la cancellazione del contratto nazionale e la svolta autoritaria in atto nelle relazioni sindacali;
– contro il patto sociale e l’attacco ai diritti dei Lavoratori;
– contro l’accordo del 28 giugno 2011 tra Cgil, Cisl, Uil e Confindustria, ratificato il 21 settembre scorso che ha aperto la strada all’art. 8 della manovra del governo e alla cancellazione dei contratti nazionali;
– per la piena applicazione delle misure di tutela su salute e sicurezza nei luoghi di lavoro.
USB – SLAI COBAS – CIB-UNICOBAS – SNATER – USI – SICOBAS

- © Riproduzione possibile DIETRO ESPLICITO CONSENSO della REDAZIONE di CONTROPIANO

Ultima modifica: stampa

2 Commenti


  • ferraioli domenico

    La Manovra del Salvatore della Patria Monti

    Chi immagina che protestare contro la manovra economica del Salvatore della Patria Monti possa servire a modificarla per migliorarla è il più fido alleato della finanza Internazionale che vuole spolpare l’Italia come anche gli altri paesi della EUROZONA.

    Quando si vuole curare una malattia si cerca di conoscere la causa che l’ha provocata.
    In Italia stiamo assistendo alla più grande truffa e menzogna che la storia italiana abbia conosciuto dal dopoguerra ad oggi.1) Abbiamo un governo tecnico perché la politica ha fallito.2) le misure che stiamo adottando sono misure richieste dall’€uropa. E se non le facciamo rischiamo di fallire perché c’è la crisi.

    L’Italia senza L’€uro sarebbe uno Stato che tutti ci invidierebbero.
    Questo secondo i fondamentali dell’economia.
    Abbiamo un Disavanzo in attivo tra le entrate e le uscite dello Stato abbiamo un sistema pensionistico che dopo le diverse riforme effettuate si regge in tutta tranquillità.
    Proporzionalmente siamo i meno indebitati sommando il debito pubblico e debito privato.

    Una persona semplice direbbe:
    “Allora perché ci stanno dicendo che stiamo al collasso finanziario?”
    “Perché dobbiamo di fatto dimezzare il valore delle pensioni e innalzare l’età pensionabile?”
    “Perché dovremmo pagare più tasse?”
    “Perché dobbiamo modificare le norme sui licenziamenti?”
    “Perché ci state impoverendo?”
    La risposta che si darebbe una persona normale sarebbe “tutto questo non ha senso!”
    Già! una persona normale ragionerebbe così! ma ragionerebbe così un qualsiasi capo di governo di uno Stato Sovrano.

    Invece

    Con l’entrata nella €urozona le nostre politiche economiche ci vengono dettate,visionate e controllate da una Commissione europea che non è stata eletta da nessun popolo è che decide fa applicare e sanziona chi non ubbidisce alle sue direttive Trattati e regolamenti.
    Una persona normale direbbe “ma non c’è il Parlamento europeo che noi eleggiamo”ma la persona normale non sa che il Parlamento europeo non ha il potere di decidere niente in materia di economia.
    La moneta che usa la persona normale crede che sia garantita dallo Stato ed invece no! Non è così l’€uro è una moneta privata non degli Stati questi quando gli servono gli €uro deveno andarseli a comprare sul Mercato ai tassi che il mercato gli impone.”ma allora il nostro Stato è un soggetto economico privato non più pubblico” No! Non è possibile mi stai prendendo in giro non ci credo”.
    “Informati bene.” Ma abbiamo la BCE che è come la nostra Banca d’Italia “No! Non è così e sai perché? Quando lo Stato Italiano emetteva bot la B.d’I. acquistava i Bot è dava il denaro allo Stato è
    tutto filava liscio si fa per dire”il debito pubblico rimaneva dentro i nostri confini nazionali per cui non era un gran problema.Poi Andreatta e non Andreotti emanò una direttiva nella quale dava l’autorizzazione a collocare sul mercato internazionale i nostri Bot che furono acquistati in prevalenza dalle banche francesi e tedesche. E da qui in poi iniziarono i nostri primi problemi ma veniamo alla BCE se avesse funzionato come la nostra Banca d’Italia avrebbe dovuto comprare i nostri Bot mantenendo basso il tasso di interesse invece non lo fa e quando lo fa li compra dal mercato secondario quando già il tasso di interesse è salito più in alto in questo modo la BCE aiuta non gli Stati ma la finanza privata.a discapito dei paesi dell’€urozona. “ma Va?!” “proprio così ma tu continua ad informarti meglio e capirai.”
    “ Per cui cercandola di fartela breve.Lo Stato Italiano non è più sovrano né della moneta né di una politica economica ed è costretta a rispettare previe sanzioni tutto quello che le varie commissioni e organismi europei e internazionali gli ordinato di fare” Ma allora siamo sotto una dittatura anche senza i carri armati nelle piazze ma perché il Governo non ci ha chiesto nulla a noi cittadini perché non ci spiegato i motivi e i vincoli a cui ci sottoponevano nel momento in cui entravamo nell’€urozona?” Ma i politici che facevano dormivano? E le opposizioni? “TUTTI COLLUSI COMPRATI E ADDOMESTICATI.” Hanno lavorato in silenzio senza clamori hanno teso la trappola ed ora sono i cittadini a pagare tutti senza distinzione per ora i più deboli poi toccherà ai più forti e nessuno si salverà nessuno nessuno fino al collasso completo.
    ”Noi?” Noi cosa possiamo fare?
    Possiamo fare la rivoluzione ma non abbiamo nessuna voglia di farla perché troppo codardi.
    Possiamo invece con un grande movimento popolare chiedere che l’Italia fuoriesca dall’€urozona
    e di rivedere i Trattati,direttive regolamenti che limitano la nostra sovranità.
    Ritornare ad una Moneta Sovrana di proprietà dello Stato.
    Rinegoziare il nostro debito verso i nostri Creditori.
    Questo e solo Questo ci può salvare!.
    Fare scioperi contro la manovra protestare e fare casino per dire solo No al debito è solo una gran perdita di tempo e di energie che usate invece per il vero obbiettivo possono fermare questa grande Truffa con tutte le Menzogne correlate.
    Solo così possiamo
    SALVARE L’ITALIA
    Ferraioli Domenico
    Blog libero.it terrapagana


  • neghiri

    QUANTI LADRI E MALFATTORI ABBIAMO MANTENUTO
    AL GOVERNO?

    CHI CI GOVERNA FA’ GLI INTERESSI DI CHI?

    RACCOGLIERE FIRME PER USCIRE DALLA COMUNITA’ EUROPEA.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.